Gli Europei rinviati e la gioia di Zaniolo

Il figlio di Igor, storico attaccante del calcio spezzino, può esultare: gli Europei sono spostati al 2021. E lui ci sarà.

Mercoledì, 25 Marzo 2020 13:02

 Se c'è qualcuno che ha esultato per il rinvio degli Europei 2020, quel qualcuno è di certo Nicolò Zaniolo. Il talento della Roma, che ha subito un brutto infortunio al crociato durante la partita contro la Juventus lo scorso gennaio, sarà costretto ai box fino almeno a maggio e avrebbe di sicuro saltato la rassegna calcistica. Sarebbe stato il suo primo appuntamento nella nazionale maggiore, da vivere con una grinta, una voglia e una tecnica fuori dal comune. Poi il ginocchio che fa crac, il calvario, l'operazione e adesso il recupero.

Ma soprattutto la notizia del rinvio. Una decisione resa necessaria dall'epidemia di Coronavirus che sta falcidiando l'Italia ma che si sta diffondendo anche in tutta Europa. Lo ha reso noto nei giorni scorsi direttamente la Uefa, in un comunicato in cui si legge come tra le priorità ci sia quella di "tutelare la salute di tutti coloro che sono coinvolti nel gioco del calcio ed evitare di esercitare inutili pressioni sui servizi pubblici nazionali coinvolti nell’organizzazione delle partite". Tutte le competizioni e le partite quindi, comprese le amichevoli, per club e nazionali sia maschili che femminili sono state sospese fino a nuova comunicazione.

Addirittura, le partite degli spareggi di Euro 2020 e le amichevoli tra nazionali in programma per fine marzo saranno spostate a inizio giugno. Ma la domanda che si fanno gli appassionati è questa, quando si giocheranno gli Europei? A rispondere è sempre la Uefa indicando le nuove date, ovvero la finestra tra l'11 giugno e l'11 luglio 2021.

Proviamo allora a staccare un attimo dai racconti quotidiani legati al Covid-19 e proviamo a distrarci pensando al calcio. Roberto Mancini avrà a disposizione un anno in più per preparare la sua nazionale, una delle grandi favorite della competizione secondo le quote scommesse. Sono soprattutto due i nomi intorno ai quali si discute e, soprattutto, si fantastica. Il primo è quello di Tonali, il centrocampista del Brescia che arriverà all’appuntamento con una stagione in più di esperienza e malizia, in attesa di un mercato estivo che lo potrebbe portare ad una big. Il secondo è proprio quello di Zaniolo, di cui ha parlato il padre Igor, storica bandiera del calcio di La Spezia.

Qui infatti il papà del trequartista giallorosso ha passato ben 4 stagioni, mettendo a segno 35 gol in 104 presenze. "Inizialmente non l’ha presa benissimo, adesso ha metabolizzato la gravità dell’infortunio. Ha parlato con altri suoi colleghi che hanno avuto ricadute dopo una rottura del crociato e si è un po’ tranquillizzato.

Adesso pensa soltanto a guarire per il suo bene e per il bene della Roma", ha detto in una recente intervista alla Gazzetta dello Sport. Dove si è soffermato anche sulla questione nazionale: "Bisogna andare cauti, anche Mancini penso si sia abituato all’idea di non averlo. La speranza è tornare presto come prima. Sarebbe inutile vederlo all’Europeo se non fosse al 100%. Dopo l’infortunio ci vorrà un anno prima di vederlo al massimo: dopo sei mesi il ginocchio guarisce, ma poi deve tornare atleta, deve passargli mentalmente la paura e per questo ci vorrà del tempo in più".

Parole di qualche settimana fa, quando gli Europei dovevano ancora essere rimandati. Adesso il presente è un’altra cosa. E il futuro è nelle mani di Zaniolo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Ennesima decisiva sfida in questo pazzo finale di campionato. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa