Pareggio in rimonta per le Aquile: Cosenza - Spezia 1-1 (finale) In evidenza

di Massimo Guerra - Lo Spezia sfrutta l'unica vera occasione e agguanta il pari.

Venerdì, 29 Novembre 2019 22:50

Punticino tutto sommato prezioso quello conquistato dallo Spezia con un uomo in meno per metà ripresa contro un Cosenza che si conferma compagine modesta malgrado qualche buona individualità.

Dopo la vittoria contro il Frosinone le Aquile provano a riaprire una serie positiva interrotta a Pisa, magari provando a vincere già dalla prossima contro il Livorno.

Questa sera passo indietro del reparto offensivo, testimoniato dal numero di tiri in porta, uno che è valso il gol del pareggio firmato da Antonino Ragusa, al quarto centro stagionale finalmente decisivo per muovere la classifica nell'unica conclusione nello specchio della porta del Cosenza.


COSENZA -SPEZIA 1-1
Reti: Riviere (38' pt), Ragusa (62' st)

COSENZA (4-3-3):
Perina; Bittante, Capela, Monaco, D’Orazio; Bruccini, Machach (62' st Sciaudone) Kanoute (77' st Greco); Baez (69' st Caretta), Rivière, Pierini. A disp. Saracco, Corsi, Broh, Litteri, Carretta, Schiavi, Legittimo, Trovato. All.: Braglia.

SPEZIA (4-3-3):
Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Ramos; Maggiore, Bartolomei, Mastinu (1' st Acampora) Ragusa, Gudjohnsen (87' st Terzi) , Bidaoui (72' st Marchizza) A disp. Krapikras, Barone, Vignali, Delano, Ricci F., Gyasi, Reinhart, Benedetti. All.: Italiano.

Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco
Assistenti: Grossi (Frosinone) e Lanotte (Barletta)
Quarto Uomo: Garofalo (Torre del Greco)


PREPARTITA

Anticipo della 14esima giornata di B questa sera tra Cosenza e Spezia. Non c'è il consueto tutto esaurito al San Vito Marulla di Cosenza, ma lo stadio calabrese da tradizione darà il suo sostegno alla squadra di casa, che schiera tre ex su cinque a disposizione ovvero Bruccini, Pierini e Baez.

Senza girarci intorno quella di stasera è una sfida diretta per la salvezza, viste le posizioni in classifica del Cosenza terzultimo e dello Spezia tre lunghezze sopra, quintultimo.

PRIMO TEMPO

Pronti via e dopo 50' primo affondo dello Spezia con Gudjohnsen che replica dopo due minuti sugli sviluppi del primo corner di partita, a favore delle Aquile.

Al 3' replica il Cosenza che conquista il corner senza conseguenze.

Al 5' pericoloso il Cosenza, grande azione di D'Orazio che serve di prima Riviere, tiro secco dalla sinistra di Riviere ma ci mette il piedone Scuffet che salva in angolo.

Fase favorevole al Cosenza in questo momento, all'11' altro corner per la squadra di casa, sbroglia Gudy di testa.

Al 13' break di Maggiore che entra in area palla al piede e serve Gudy, ma l'islandese non trova la palla e l'occasione sfuma.

Al 20' buona punizione per lo Spezia sulla trequarti, schema Bartolomei-Ramos che sbaglia il cross dalla sinistra.

Corner per lo Spezia al 22', deviato Gudy al terzo tentativo di conclusione verso la porta del Cosenza.

Al 26' Gudy ruba palla a Monaco e si invola verso la porta del Cosenza, il difensore lo strattona e si prende il giallo. Sulla palla Mastinu ma il suo sinistro viene deviato, occasione sfumata.

Sfida aperta e equilibrata alla mezzora, senza particolari pericoli da nessuna delle due parti, anche se ad ogni incursione le due squadre dimostrano una certa pericolosità.

Ingenuo Bidaoui che perde palla su Kanoute al 37', con il nigeriano che prova il colpo dalla distanza con un missile da centrocampo, bravo scuffet a sventare in corner.

Svantaggioooo..... Al 38' da corner di Baez dalla destra la bella girata di Riviere che fulmina Scuffet incolpevole.

Lo Spezia ha 5' più recupero per recuperare il pari, ma il Cosenza resta in attacco e Mastinu si merita il giallo per un'entrataccia fuori area del Cosenza, prima del minuto di recupero concesso dall'arbitro.

Rischia il secondo giallo Mastinu per un'altra entrata pericolosa, questa volta su Baez, graziato dall'arbitro che sanziona con il giallo D'Orazio per proteste.

Finisce il primo tempo con lo svantaggio dello Spezia per 1-0, ma c'è tempo per rimediare.

 

SECONDO TEMPO

Lo Spezia lascia Mastinu negli spogliatoi, al suo posto Acampora dal primo minuto del secondo tempo.

Al 47' ottimo Bidaoui che viene atterrato da Bittante al limite dell'area, sulla palla Bartolomei per questa ottima occasione per lo Spezia ma il bolide del centrocampista sfila di poco a lato, peccato.

Al 50' altro tiro del Cosenza, pericoloso Machach che sfrutta un assist di Baez e impegna Scuffet bravo a deviare in corner.

Al 55' D'Orazio strattona per la maglia Maggiore che cade in area e prende un giallo inspiegabile da Maggioni.

Al 60' grande intervento difensivo di Capradossi che stoppa al limite dell'area Pierini in scivolata, con l'ex attaccante aquilotto che rimane a terra qualche minuto.

Pareggioooooooop!!!!! Al 62' Ragusa scambia prima con Maggiore e subito dopo con Gudjohnsen che la rimette bene sul sinistro del laterale offensivo aquilotto che sigla il suo quarto centro in campionato.

Braglia si copre al 63' e mette Sciaudone, altro ex, al posto di Machach autore di una buona gara.

Giallo per Ramos al 68' per fallo su Baez, che esce per fare posto a Carretta che si incarica subito di calciare la punizione dalla sinistra, senza esito.

Al 70' ingenuo Ramos che falcia da dietro Carretta, secondo giallo e espulsione evitabilissima per il terzino uruguagio che lascia in dieci la sua squadra.

Al 71' Italiano inserisce Marchizza al posto di Bidaoui, per blindare la difesa e cercare di portare a casa un punto quanto mai prezioso vista la situazione di inferiorità numerica.

Al 75' si fa male da solo in mezzo al campo Kanouté che esce in barella, al suo posto Greco.

Buono l'intervento difensivo di Ferrer su Sciaudone all'80' , ottima la scelta di tempo per bloccare l'incursione dell'ex centrocampista aquilotto.

Pericoloso il Cosenza all'84', Sciaudone per Pierini che di sinistro impegna Scuffet a terra, mentre all'85' si scalda Terzi in panchina, vediamo al posto di chi....al posto di Gudjohnsen, non sembra una grande mossa ma vediamo come va a finire, forse era meglio rischiare Gyasi e blindare la partita con un 4-4-1 che poteva garantire maggiore equilibrio.

Ora lo Spezia ha quattro centrali più Ferrer, con Ragusa unico attaccante.

Pericolosa punizione di Bruccini all'88' la devia di testa Sciaudone per fortuna sbaglia il tempo e la palla viene parata facilmente da Scuffet.

Sono 5 i minuti di recupero, c'è da soffrire al Marulla.

Al 94' fallo di Acampora appena fuori l'area di rigore su Bruccini in anticipo, giallo incomprensibile per il capitano dei calabresi che pareggia il conto con il cartellino ingiusto affibbiato a Maggiore nel primo tempo in una azione analoga.

Dopo aver allungato la gara fino al 96' Maggioni decreta la fine della sfida, finisce 1-1 tra i fischi del pubblico di casa nei confronti della propria squadra.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Co-organizzatrici dell’evento la campionessa di ballo Alessia di Betti e Sara di Vaira, vincitrice 2019 di “Ballando con le Stelle”. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa