Pareggio di testa e d'orgoglio per lo Spezia a Empoli In evidenza

di Massimo Guerra - Con più cinismo le Aquile avrebbero vinto.

Martedì, 29 Ottobre 2019 21:56

Un pareggio tutto orgoglio e fosforo calcistico quello conquistato stasera dallo Spezia al Castellani di Empoli, contro un'autentica corazzata della categoria la squadra di Italiano ha giocato alla pari per 95', limitata solo ed esclusivamente dalla mancanza cronica di un attaccante centrale, malgrado vada rimarcata la gara di impegno e sacrificio di Big Papa Gyasi.

Con un pò di cinismo in più lo Spezia poteva portare a casa anche i tre punti, ma nelle occasioni più importanti è sempre mancata la zampata decisiva, senza sminuire il valore dell'Empoli che ha avuto da parte sua diverse occasioni, ben gestite dalla difesa aquilotta.

Da sottolineare in primis la fase difensiva dello Spezia, con la squadra bravissima ad accorciare e a chiudere ogni spazio all'Empoli, super !aggiore questa sera, lucido e duro quanto basta, molto bene anche Matteo Ricci e Bartolomei fino a quando ha avuto benzina nelle gambe.

Migliore dello Spezia senza dubbio Bidaoui, immarcabile anche a Empoli e di nuovo a segno: speriamo che il fastidio per cui ha chiesto il cambio non sia nulla di grave, tra i nuovi bene anche Ferrer basso a destra.

Lo Spezia sembra finalmente aver trovato la quadra del gioco, venerdì contro il Chievo di Giaccherini un'altra prova di maturità, avanti così.

SECONDO TEMPO

Nessun cambio nei due undici schierati in campo, nei primi minuti giallo a Ferrer evitabile e giallo anche per Dezi.

Lo Spezia conferma l'approccio alla gara del primo tempo, provando ad affondare con Bidaoui che non trova compagni pronti a concludere.

Empoli in gol al 51' ma è evidente il fuorigioco di Antonelli che protesta inutilmente con l'arbitro Serra.

Quattro di recupero, fallo fantasma fischiato a Maggiore su Ricci, dall'arbotro Serra autore comunque di una buona direzione di gara.

Occasione Speziaaaa!!! Al 91' è Ragusa a chiudere il triangolo con un diagonale velenoso, parato a terra da Brugnoli.

Discesa di forza di Delano e corner per lo Spezia al 93'.... E Serra fischia la fine, buono buonissimo il pareggio conquistato stasera dalle Aquile, per gioco e mentalità una squadra ritrovata.

Vantaggiooooooo!!!! All'11' della ripresa bella ripartenza di Maggiore che dalla destra serve Gyasi al centro area, palla a sinistra per Bidaoui che sfrutta lo spazio a disposizione e calcia in porta, deviazione fatale di Veseli e la palla si infila nella porta empolese.

Al 60' prova a reagire l'Empoli, da lontano ci prova Stulac ma la conclusione arriva fiacca tra le braccia di Scuffet, ma c'è da soffrire adesso, corner per l'Empoli che prova a schiacciare l'acceleratore per trovare il pareggio ma lo Spezia c'è.

Doppio cambio al 63': nello Spezia esce Bartolomei per Mora, nell'Empoli entra Dalkovec per Antonelli, tatticamente non cambia nulla.

Al 65' irruzione dello scatenato Bidaoui che fa tutto bene meno la conclusione finale, ma il giocatore franco-algerino sembra accusare un problema perché chiede il cambio a Italiano, quindi al 67' nell'Empoli esce Bajrami per Larimi, nello Spezia fuori Bidaoui per Ragusa.

Pericolo vero per lo Spezia al 70', suo colpo di testa di Lagumina è bravo Scuffet a bloccare il pallone a terra ma lo Spezia deve riuscire a tenere alta la squadra per non soccombere.

Ecco fatto....pareggio al 70' con Frattesi che irrompe in scivolata su un cross dalla sinistra alla destra, ora l'Empoli si carica ma lo Spezia non ci sta.

Al 78' terzo Ricci in campo, il 2002 Samuele Ricci al posto di Stulac, mentre arriva il giallo a Capradossi per fallo su Laribi.

Punizione innocua per l'Empoli all'80', peccato perché Matteo Ricci perde palla a centrocampo e Terzi è obbligato a fermare con le brutte un avversario meritandosi il giallo.

Ultimo cambio per lo Spezia, dentro Delano per Federico Ricci, ma il nuovo entrato perde palla malamente e regala un altro corner all'Empoli all'80', niente di fatto.

All'83' Ragusa chiede il triangolo a Gyasi che non la rende e perde palla, altro giallo evitabile questa volta per Ricci costretto al fallo tattico.

All'87' deviazione provvidenziale di Ramos su girata a porta vuota di Mancuso, sulla ripartenza Ragusa placcato da Laribi, giusto il giallo.

PRIMO TEMPO

La pioggia battente e un siluro di Matteo Ricci da fuori area aprono la sfida tra Empoli e Spezia, inizio vivace delle Aquile che non vogliono lasciare l'iniziativa ai padroni di casa.

Al 3' buona apertura per Federico Ricci che si incaponisce in dribbling ignorando i compagni di squadra in mezzo all'area, peccato.

Dopo un avvio spigliato dello Spezia viene fuori piano piano l'Empoli con una trama di passaggi sempre più vicina all'area dello Spezia, ma la squadra di Italiano riparte sempre e al 13' sfrutta non al meglio una punizione conquistata da Bidaoui in dribbling.

Al 17' cade male Gyasi in azione d'attacco, lo Spezia ferma il gioco per consentite i soccorsi al giovane italo-nigeriano.

Primo corner di serata a favore dello Spezia al 22', devia di testa Capradossi ma Terzi non arriva in tempo per la deviazione vincente.

Al 22' giallo a Bartolomei che placca Mancuso in ripartenza.

Ancora Spezia in attacco al 24', ma Gyasi non chiude il triangolo e Maggiore non può arrivare sulla palla, ancora Spezia al 25' ma Bartolomei non trova la porta.

Pericoloso l'Empoli al 26' con Frattesi che dalla desta serve una palla invitante in area di rigore, bravo Terzi a metterci una pezza.

Occasioneeeeee!!!!! Al 28' bravissimo Federico Ricci a scherzare in dribbling Maietta sull'out di destra, ma la conclusione a girare verso la porta dell'Empoli finisce di un soffio fuori.

Si allenta un po' il ritmo della gara verso la mezzora, ma lo Spezia gioca bene con personalità, la palla gira bene fino alla trequarti, per finire inevitabilmente nell'imbuto offensivo causa mancanza di un attaccante di peso al centro dello schema offensivo.

Al 40' buona ripartenza dello Spezja, ma Bidaoui manca il pallone e l'azione sfuma, al 42' buona l'idea di Maggiore a tagliare il fronte di attacco ma la palla è lunga per Bartolomei.

Arriva il fischio dell'arbitro al 45' esatto, parziale di 0-0 con buona prova di gioco dello Spezia, che ha fronteggiato il quotato avversario con personalità.

PRE GARA

Tutto pronto al Castellani dove ha smesso da poco di piovere, tra meno di mezzora il fischio d'inizio tra la corazzata Empoli e la squadra Aquilotta, decisa a infrangere il record di imbattibilità casalinga degli Azzurri che in B dura da ben 22 giornate sostenuta da circa 300 tifosi giunti per lo più in auto.

Come previsto Italiano lascia in panchina Gudjonshen, al giovane islandese il mister preferisce Gyasi, forse puntando sul maggior tasso di agonismo pur trattandosi di un giocatore adattato in quel ruolo. Altra novità rispetto alla partita vincente contro lo Juve Stabia in difesa, dove Ferrer rileva Vignali nel ruolo di terzino destro, mentre in mediana dal primo minuto Maggiore rileva Mora, affaticato e pure diffidato.

Nell'Empoli mister Bucchi ritrova due pezzi da 90 come Antonelli e Maietta, in attacco spazio a La Gumina dall'inizio ma le opzioni in panchina dei toscani non mancano di certo, a differenza della panchina dello Spezia.

Ecco le formazioni:

EMPOLI (4-3-1-2) : Brignoli; Veseli, Romagnoli, Maietta, Antonelli; Frattesi, Stulac, Bajrami; Dezi; La Gumina, Mancuso. A Disp: Provedel, Perucchini, Nikolaou, Fantacci, Piscopo, Laribi, Gazzola, Merola, Cannavò, Ricci, Balkovec, Pirrello. Allenatore: Cristian Bucchi

SPEZIA (4-3-3) : Scuffet; Ferrer, Terzi, Capradossi, Ramos; Bartolomei, Ricci, Maggiore; Ricci, Gyasi, Bidaoui. A Disp: Krapikas, Desjardins, Vignali, Mora, Burgzorg, Mastinu, Bastoni, Benedetti, Erlic, Ragusa. Allenatore: Vincento Italiano

ARBITRO : Serra di Torino. Assistenti: Maccaddino, Tardino

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il presidente della Regione Giovanni Toti commenta la decisione del consiglio comunale di Porto Venere. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Giovedì 19 dicembre con il gruppo dialettale "La n'è mai tropo tardio". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa