Spezia-Juve Stabia, le aquile vincono in casa In evidenza

di Massimo Guerra- Prima vittoria stagionale al Picco per lo Spezia di Italiano che fino ad oggi aveva raccolto solo un punticino contro il Perugia perdendo però con Crotone Trapani e Benevento.

Sabato, 26 Ottobre 2019 16:50

Oggi arrivano tre punti meritati contro un avversario oggettivamente modesto e in linea con le proprie aspettative di salvezza.

Da parte sue lo Spezia ha confermato, davanti al suo pubblico, i progressi di intesa e di gioco mostrati a Pescara, compresa la necessità di schierare un attaccante centrale di ruolo in grado di tenere alto il pallone e smistare palle giocabili ai compagni di reparto. E anche oggi il giovane Gudjohnsen ha confermato di poter rivestire lui quel ruolo, uscendo per una botta tra gli applausi per l'impegno profuso su tutte le palle e la qualità di molte sue giocate.

Ora per lo Spezia due impegni in sette giorni davvero proibitivi, da quello di martedì in trasferta contro l'Empoli a quello di venerdì di nuovo al Picco contro il blasonato Chievo, ma la squadra ora c'è, il gioco pure, mancano sempre alcuni giocatori in rosa ma si comincia finalmente a intravedere in campo l'idea di gioco di mister Italiano, avanti così.

SPEZIA (4-3-3)

Scuffet; Vignali, Terzi, Capradossi, Ramos; Bartolomei, Ricci M., Mora; Ricci F. (Ragusa dal 32' st) , Gudjohnsen (Giasy dal 12' st) , Bidaoui (Delano dal 36' st). A disp. Krapikas, Desjardins, Mastinu, Bastoni, Ferrer, Maggiore, Benedetti, Erlic. All. Vincenzo Italiano

JUVE STABIA (4-3-3)

Russo; Vitiello, Mezavilla, Troest, Germoni; Mallamo (Cissè dal 9' st) Calò, Calvano; Canotto (Carlini dal 14' st) Forte, Elia (Ricci dal 20' st). A disp. Branduani, Boateng, Melara, Vicente, Rossi, Del Sole, Addae, Fazio, Tonucci. All. Fabio Caserta

Reti: Bidaoui (18' pt), Capradossi (7' st)

Ammoniti: Ramos, Mora, Ricci G., espulso Germani per doppia ammonizione.

Totale biglietti emessi: 1.030

Totale biglietti ospiti: 124

Incasso: € 8.850

Abbonamenti: 3.751

PRIMO TEMPO

Inizio gara a viso aperto tra Spezia e Juve Stabia, meglio lo Spezia nei primi minuti con un paio di azioni ariose che non portano però pericoli alla porta difesa da Russo.

Primo corner per gli ospiti all'8' dalla sinistra del fronte d'attacco, bravo Scuffet ad anticipare in tuffo gli avanti avversari.

Al 10' bello il cross di Ricci dalla destra per Gudy, che stacca bene ma non raggiunge abbastanza quota per la deviazione.

Ancora corner per lo Juve Stabia, che conferma la assoluta volontà di giocarsela alla pari con lo Spezia in questo avvio di gara.

Al 16' ingenuità di Gudj che perde palla a centrocampo (...) e favorisce una punizione pericolosa a favore dello Juve, fuori di un soffio la conclusione di Troest.

Vantaggiooooo....al 18'la sblocca Bidaoui con un rasoterra da fuori area, deviato improvvidamente da un difensore, Spezia in vantaggio e il Picco esplode!!!!

Al 23' ancora pericoloso lo Spezia con una lunga azione manovrata ma lo Juve Stabia sbroglia e riparte.

Fase di stanca della gara, lo Spezia guadagna al 28' il primo corner, lo mette Ricci sulla testa di Gudj ma è bravo Russo a sventare il rischio.

Giallo a Ramos al 33' per un fallo proprio davanti alla panchina ospite che schizza fuori dopo l'intervento del terzino aquilotto, sicuramente evitabile.

Al 37' buona trama offensiva delle Aquile, bravissimo Gudj a spizzicare di testa quanto basta per lanciare un compagno, l'azione sfuma ma è emblematica di ciò che serve al gioco di Italiano in mezzo all'attacco, ovvero una punta di ruolo in grado di far salire la squadra, tenere alta la palla e favorire gli inserimenti dei compagni di reparto.

Al 43' ancora Spezia a cercare la profondità, ma dopo il triangolo tra i gemelli Ricci il numero 10 aquilotto frana a terra in area, non era rigore.

Buon primo tempo delle Aquile che concedono poco e niente allo Juve Sta bia nei primi 45', un gol e diverse percussioni a certificare una ritrovata fiducia nei propri mezzi da parte degli uomini di Italiano, impressioni ovviamente da confermare nella seconda frazione di gioco.

SECONDO TEMPO

Dopo un doveroso abbraccio sotto la curva a Renato Dainese, in dimenticato terzino destro nella squadra bianca degli "invincibili" la ripresa inizia con uno stupendo lancio di Matteo Ricci, con conclusione finale di Bidaoui respinta sul palo da Russo, subito dopo è Mora a sparare alto sulla traversa.

Ancora Spezia in avanti, al 5' Federico Ricci sguscia in area dalla destra e viene abbattuto, ma per Di Martino è tutto regolare.

Raddoppioooo!!!!!! Al 7' è Capradossi a staccare imperioso da corner,

Al 7' fallaccio da killer di Calò su Bidaoui, ma per l'arbitro Di Mertini un evidente calo di ossigeno è solo Giallo.

Al 9' primo cambio della gara, nello Juve Stabia esce Mallamo per Cissè, ma è ancora lo Spezia a farsi pericoloso al 10' con Bidaoui, bravo a giadagnare il fondo in velocità ma egoista a non servire in mezzo il libero Bartolomei che giustamente si arrabbia con il compagno.

Al 12' esce Gudjohnsen per una botta, al suo posto Italiano mette Gyasi.

Doppio giallo e espulsione per Germoni al 19'', per un ennesimo fallo su Bidaoui, questo nemmeno così grave ma evidentemente giudicato uno di troppo dal fischietto di Teramo.

Caserta mette i remi in barca, anche in previsione della sfida ravvicinata di martedì prossimi e al 20' mette Ricci al posto di Elia, un difensore al posto di un esterno offensivo.

Al 21' buona conclusione dello scatenato Bidaoui, blocca a terra Russo, ma è lo Spezia ad avere costantemente il pallino del gioco, al 23' buona azione conclusa al volo da Gyasi, bello il movimento almeno.

Secondo cambio nello Spezia al 25', fuori Federico Ricci per Rgusa.

Gol mancato a porta vuota dallo Spezia al 26', con Gyasi che la passa indietro invece di tirare, con la difesa che sbroglia e lo Juve Stabia che torna sotto conquistando un corner.

Al 30' palla persa in modo sciocco da Ricci a metà campo, si invola Carlini che costringe Mora al fallo da giallo, peccato.

Carlini scatenato al 32' salta Ricci e Terzi come birilli, tira in porta per fortuna centrale e debole.

Al 34' il Ricci campano si fa cadere in area dello Spezia, Di Martino lo ammonisce per simulazione.

Ultimo cambio per lo Spezia al 35', fuori tra gli applausi Bidaoui, al suo posto Delano, mister Italiano non leva Mora malgrado il cartellino giallo.

Finisce 2-0 dopo 5' di recupero, con la squadra che va a raccogliere gli applausi sotto la Ferrovia, un'iniezione di fiducia importante in un momento assai difficile della stagione.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Centrosinistra e M5S chiedono lo stop al progetto con una mozione in consiglio comunale e ricordano le promesse dell’amministrazione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il presidente della Regione Giovanni Toti commenta la decisione del consiglio comunale di Porto Venere. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa