Impresa storica, lo Spezia espugna Pescara In evidenza

di Massimo Guerra - Gudjohnsen ricorda a tutti di essere un attaccante di ruolo: è lui il match winner.

Sabato, 19 Ottobre 2019 16:52

Impresa storica dello Spezia che espugna l'Adriatico e porta a casa tre punti pesanti in chiave salvezza, ma anche e soprattutto sotto il profilo del morale. Le Aquile tornano a vincerne una dopo quasi 2 mesi, era infatti fine agosto quando lo Spezia superò il Cittadella nella gara di debutto in campionato.

Dopo di allora solo rabbia e frustrazione, con mister Italiano costretto a giocare senza uomini-gol, almeno fino ad oggi: un giovane islandese ha infatti ricordato a tutti, ma soprattuto al suo mister, di essere lui un attaccante di ruolo, giovane e acerbo va bene, ma secondo lo stesso Angelozzi - in tempi non sospetti - destinato a diventare un protagonista al di là del cognome glorioso e, con tutto il rispetto e la simpatia per big papa Gyasi, unica e vera alternativa a Galabinov.

È lui il match winner di Pescara, prima con un assist fortunoso per Bartolomei, subito dopo con un gol voluto in elevazione, insomma quanto basta per poter dire che oggi è nata una piccola stella in maglia aquilotta.

PESCARA-SPEZIA 1-2

Marcatore: 22'pt Machin; 23'st Bartolomei, 25'st Gudjohnsen

PESCARA (3-5-2)

Kastrati; Campagnaro (32'st Borrelli), Scognamiglio, Drudi; Zappa, Busellato (15'st Ingelsson), Machin, Memushaj, Masciangelo; Brunori, Galano. A disp. Farelli, Del Grosso, Bruno, Cisco, Ciofani, Bettella, Maniero, Palmiero, Vitturini, Di Grazia, Borrelli. All. Luciano Zauri.

SPEZIA (4-3-3)

Scuffet; Vignali, Capradossi, Terzi, Ramos; Bartolomei, M. Ricci, Mora; F. Ricci (40'st Erlic), Gyasi (15'st Gudjohnsen), Bidaoui (31'st Delano). A disp. Krapikas, Desjardins, Delano, Mastinu,, Bastoni, Ferrer, Maggiore, Benedetti, Erlic, Ragusa. All. Vincenzo Italiano.

Arbitro: Massimi (Termoli)

Assistenti: Cipressa (Lecce) e Berti (Prato)

Quarto Uomo: De Santis (Lecce)

PRE-GARA

Splende il sole all'Adriatico di Pescara, dove le Aquile cercano di ripartire dopo le ultime prestazioni negative con la speranza di muovere la drammatica classifica.

La coda della classifica inizia a fare paura, malgrado i proclami ottimistici del Dg Angelozzi, certo è che neppure un'eventuale sconfitta nella giornata di oggi metterebbe a rischio la panchina di Italiano, costretto a fare nozze con fichi secchi dalla seconda di campionato.

Ragusa in panchina un po' a sorpresa, Italiano conferma la fiducia a Gyasi in attacco, tra Federico Rici e Bidaoui, in mezzo il trio collaudato Mora-Ricci M.- Bartolomei, in difesa davanti a Scuffet c'è Terzi a dirigere il reparto tra Ramos e Vignali.

PRIMO TEMPO

Inizio gara targato Pescara, che conferma il 3-5-1-1 con la novità Zappa -scuola Inter - al posto dell'influenzato Ciofani, con Galano e Brunori in attacco, che guadagna un corner dopo pochi minuti ma è dello Spezia il primo tiro verso la porta avversaria, peccato che Matteo Ricci non riesca a tenerla bassa calciando in solitudine da fuori area, alto sopra la traversa.

Ritmo blando della gara, complice il clima quasi primaverile, oltre alla precisa volontà dello Spezia di portare a casa almeno un pareggio prezioso di questi tempi, non succede praticamente nulla fino allo...

Svantaggio....al 23' passa il Pescara con un tiro preciso di Machin, lasciato colpevolmente solo da Bartolomei che non riesce a chiudere in tempo. Italiano sembra una statua davanti alla panchina, fermo ad osservare allibito i suoi giocatori colti impreparati da un'ingenua ripartenza del Pescara.

Primo corner dello Spezia al 29' con Capradossi che la gira alta di testa su cross a rientrare di Ramos dalla sinistra.

Invece della reazione aquilotta ancora pericoloso al 30' il Pescara con Masciangelo, bravo a girarla in mezzo ma Terzi sbroglia.

Ancora Pescara in attacco, altro corner a favore degli abruzzesi, esce di pugni Scuffet apparso indeciso in un paio di occasioni.

Al 37' primo giallo di giornata per Vignali, che frena la ripartenza di Masciangelo autore di un'ottima discesa sulla sinistra, deviata di poco alta sulla traversa da parte di un ottimo Busellato.

Corner a favore del Pescara al 41' per fortuna senza esito.

A 3' dalla fine del primo tempo arriva il giallo anche in casa Pescara, con Drudi che stende Bidaoui e regala una buona possibilità allo Spezia sulla trequarti, sprecata malamente da Matteo Ricci con un tiro dalla distanza che finisce lontano dal palo destro di Kastrati.

SECONDO TEMPO

Parte bene lo Spezia in avvio di ripresa grazie ai guizzi di Bidaoui, non ancora al top ma sicuramente il più pericoloso dell'attacco aquilotto.

Al 9' giallo per Memushaj, fallo ingenuo su Ricci, ora lo Spezia prova a spingere e mette il Pescara alle corde, pur non arrivando mai alla conclusione, protesta il pubblico dell'Adriatico ma lo Spezia sta legittimando la sua rincorsa verso il pareggio.

Si fa male Gyasi che stringe i denti ma chiede il cambio, ma la palla non esce e lo Spezia prosegue il suo assedio nella metà campo fino al60': Busellato cade a terra per una pallonata e l'arbitro Massimi ferma il gioco scatenando le proteste della panchina bianca, perché lo Spezia stava attaccando.

Doppio cambio al 61', fuori Gyasi per Gudjohnsen, almeno entra una punta di ruolo al centro dell'attacco ed era ora, nel Pescara fuori Busellato per Ingelsson.

Italiano riposiziona la squadra per arrivare almeno al tiro, in porta siamo a quota zero dopo 65' di gioco, chiedendo a Bartolomei di avanzare il suo baricentro per cercare la conclusione da fuori area.

Pareggiooooooo!!!!!!! Al 68' è proprio Bartolomei al suo secondo centro stagionale a concretizzare finalmente l'ennesima azione offensiva, sulla sinsitra Ramos vince un contrasto fortunoso e la piazza al centro per Gudjohnsen che la sbuccia ma il gesto diventa un assist clamoroso per Bartolomei che la piazza dal limite dell'area, pareggio super-meritato con io centrocampista che va a esultare sotto la curva riservata ai 50 tifosi aquilotti.

Raddoppioooo!!!!!! E sissignori, è proprio il figlio d'arte del Grande Freddo a piazzarla di testa alle spalle di Kastrati, il giovane islandese vola più alto del pari età svedese Ingelsson: in due minuti lo Spezia ribalta la situazione.

Al 75' altro doppio cambio: nel Pescara Palmiero al posto di Memushaj, nello Spezia Delano Burgzorg al posto di Bidauoi, che chiude la sua gara con una ripartenza purtroppo sprecata da Gudj.

Al 78' Zauri gioca il tutto per tutto, togliendo Campagnaro dal centro della difesa per Borrelli, attaccante.

Al 79' gol annullato al Pescara, Brunori la gira in porta ma secondo l'arbitro Massimi con il braccio, comunque su dormita generale della difesa aquilotta conclusa da una papera di Vignali, si innervosisce il Pescara e anche Machin viene ammonito.

Mezzo miracolo di Scuffet all'80' che devia di piede un tiro deviato di Brunori, ultimo cambio nello Spezia, torna in campo dopo tantissimo tempo il centrale difensivo Erlic, al posto di Federico Ricci, mossa di Italiano per controbattere l'ingresso di Borrelli.

E proprio Borrelli al 90' commette fallo in attacco, trascinando a terra Capradossi, con l'arbitro Massimi che decreta 5' di recupero, con il Pescara che si riversa in attacco e lo Spezia che prova a mantenere un risultato che sarebbe davvero prezioso a questo punto.

Al 92' occasione Pescara, cross dalla sinistra di Masciangelo ma Ingelsson la spreca di testa, Erlic si era perso la marcatura.

Al 93' Matteo Ricci perde una palla banale, Gudj deve abbattere l'avversario Zappa e si becca il giallo, ma che ingenuità Ricci!!! Si infuria Italiano, per fortuna il Pescara si fa male da solo con Galano che perde palla, e finisce qui!!!!!! Seconda vittoria in stagione, la seconda in trasferta, punti pesantissimi strappati ad un Pescara che si era troppo rilassato dopo il gol del vantaggio.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - L'Assessore Giampedrone: "La Regione si fa carico di competenze alle quali le Province, dopo la riforma, non sono in grado economicamente di adempiere". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa