Parco interregionale Liguria-Toscana, Battistini e Pastorino: "Bene la Commissione" In evidenza

I Consiglieri regionali di Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria sottolineano però la "schizofrenia giallo -verde" a livello regionale e nazionale.

Martedì, 25 Giugno 2019 14:40

«Evidente la schizofrenia che contraddistingue l’accordo giallo-verde, tanto nel governo nazionale quanto, di riflesso, nelle questioni regionali della Liguria. Cortocircuito continuo: la Lega, al governo nazionale, condivide l’impugnazione della legge “Taglia-parchi” presentata in Regione Liguria proprio dalla Lega. Contemporaneamente, in regione, la Lega rigetta la mozione del M5S per favorire la costituzione di un parco interregionale Liguria-Toscana che interessa l’area del Magra. Quando l’unico passaggio non impugnato della “Taglia-parchi” è proprio quello sulla collaborazione interregionale». Lo dichiarano il capogruppo di Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria Gianni Pastorino e il vicecapogruppo Francesco Battistini, commentando quanto avvenuto nel dibattito consiliare sulla mozione del M5S a favore della costituzione di un Parco Interregionale nella valle del Magra.

«Sconcertante assistere a questo continuo balletto, in cui l’assessore Mai nega l’immediata possibilità di avviare un percorso comune con la Toscana, sconfessando, quindi, le proposte del M5S, cioè dell’alleato al governo nazionale – puntualizzano Pastorino e Battistini - Stesso discorso vale però per i 5 Stelle, che da un lato vogliono il parco interregionale e spingono per l’impugnazione della legge “Taglia-parchi”, ma dall’altro si piegano di buon grado a un governo nazionale che penalizza ogni sforzo ambientale per bassi interessi di bottega».

«Avremmo voluto approvare questa mozione, perché avrebbe prefigurato maggiore slancio economico e turistico del territorio. Incrementare la sicurezza idrogeologica e contenere i costi che, ogni anno, la regione e le comunità affrontano per la pulizia dei litorali e del tratto focivo del Magra – commentano Pastorino e Battistini -. Peraltro la Toscana non ha ancora un’area protetta nel tratto a monte del fiume Magra: ciò impedisce di attuare adeguate strategie condivise e piani integrati per la salvaguardia non solo ambientale, ma anche idrica. Siamo soddisfatti di aver fatto cambiare idea all’assessore, che da un parere negativo è passato a un punto di incontro importante: l’approfondimento sui punti di forza e le criticità nell’istituzione del parco interregionale. Abbiamo chiesto e ottenuto che il percorso sia avviato subito, istituendo anche una commissione interregionale che coinvolga assessorato e uffici della vicina Toscana. Spiace infine dover registrare il voto contrario dei 5 Stelle su quest’ultima iniziativa; e questa suona come l’ennesima schizofrenia».

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il consigliere provinciale Andrea Licari punta il dito sull'obbligo di presenza degli operatori. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Solo alla Spezia e Santo Stefano saranno aperte tutte le altre scuole di ogni ordine e grado. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa