Parco interregionale Liguria-Toscana, Battistini e Pastorino: "Bene la Commissione" In evidenza

I Consiglieri regionali di Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria sottolineano però la "schizofrenia giallo -verde" a livello regionale e nazionale.

Martedì, 25 Giugno 2019 14:40

«Evidente la schizofrenia che contraddistingue l’accordo giallo-verde, tanto nel governo nazionale quanto, di riflesso, nelle questioni regionali della Liguria. Cortocircuito continuo: la Lega, al governo nazionale, condivide l’impugnazione della legge “Taglia-parchi” presentata in Regione Liguria proprio dalla Lega. Contemporaneamente, in regione, la Lega rigetta la mozione del M5S per favorire la costituzione di un parco interregionale Liguria-Toscana che interessa l’area del Magra. Quando l’unico passaggio non impugnato della “Taglia-parchi” è proprio quello sulla collaborazione interregionale». Lo dichiarano il capogruppo di Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria Gianni Pastorino e il vicecapogruppo Francesco Battistini, commentando quanto avvenuto nel dibattito consiliare sulla mozione del M5S a favore della costituzione di un Parco Interregionale nella valle del Magra.

«Sconcertante assistere a questo continuo balletto, in cui l’assessore Mai nega l’immediata possibilità di avviare un percorso comune con la Toscana, sconfessando, quindi, le proposte del M5S, cioè dell’alleato al governo nazionale – puntualizzano Pastorino e Battistini - Stesso discorso vale però per i 5 Stelle, che da un lato vogliono il parco interregionale e spingono per l’impugnazione della legge “Taglia-parchi”, ma dall’altro si piegano di buon grado a un governo nazionale che penalizza ogni sforzo ambientale per bassi interessi di bottega».

«Avremmo voluto approvare questa mozione, perché avrebbe prefigurato maggiore slancio economico e turistico del territorio. Incrementare la sicurezza idrogeologica e contenere i costi che, ogni anno, la regione e le comunità affrontano per la pulizia dei litorali e del tratto focivo del Magra – commentano Pastorino e Battistini -. Peraltro la Toscana non ha ancora un’area protetta nel tratto a monte del fiume Magra: ciò impedisce di attuare adeguate strategie condivise e piani integrati per la salvaguardia non solo ambientale, ma anche idrica. Siamo soddisfatti di aver fatto cambiare idea all’assessore, che da un parere negativo è passato a un punto di incontro importante: l’approfondimento sui punti di forza e le criticità nell’istituzione del parco interregionale. Abbiamo chiesto e ottenuto che il percorso sia avviato subito, istituendo anche una commissione interregionale che coinvolga assessorato e uffici della vicina Toscana. Spiace infine dover registrare il voto contrario dei 5 Stelle su quest’ultima iniziativa; e questa suona come l’ennesima schizofrenia».

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Tavole e documenti passati al setaccio dai tecnici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L'intervento del consigliere regionale Francesco Battistini sulla nomina a commissario straordinario di Daniela Troiano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa