Cenerini a Orlando: "Perchè quando era Ministro non ha sciolto CasaPound?" In evidenza

Il capogruppo della lista Toti - Forza Italia si rivolge all'esponente PD dopo le parole dirette al sindaco Peracchini.

Lunedì, 20 Maggio 2019 20:25

 

"Inqualificabili le parole dell’ex ministro Orlando rivolte al Sindaco Peracchini che a suo dire avrebbe scelto di stare con i fascisti. Ovviamente si tratta solo di propaganda di un ex comunista, che da ministro della giustizia in carica fino a un anno fa si è ben guardato di dire che Casapound è un partito fascista e ancor di più nel rispetto del suo ruolo e dei cittadini di prendere l’iniziativa per lo scioglimento di un partito che solo oggi definisce fascista, come prevede la legge Scelba, che un ministro della giustizia dovrebbe conoscere e garantirne l’applicazione!

Quindi se c’è uno che è stato garante di quelli che oggi risvegliatosi dal suo torpore istituzionale definisce fascisti è stato proprio lui! Che giustifichi davanti alla città e nel suo caso di ex ministro della Repubblica al paese, la sua inerzia e inettitudine, per non dire accondiscendenza alla ricostituzione di un partito fascista!".

Fabio Cenerini
Capogruppo Toti FI

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dovrà rispondere di detenzione di droga ai fini di spaccio. I Carabinieri lo controllavano già da tempo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Nel mirino la nuova dotazione della Polizia Locale: "60 mila euro di spesa quando mancano bibliotecari e assistenti sociali". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa