Altaforte alla Spezia, l'Unione degli Studenti - Rete LSP: "Né Beghi, né Mediateca, né altrove" In evidenza

Venerdì 17 maggio una "assemblea antifascista" per preparare la manifestazione di sabato.

Giovedì, 16 Maggio 2019 16:04

 

Come è noto sabato 18 CasaPound ha in programma la presentazione di un libro di Altaforte, la casa editrice esclusa dal Salone del libro perché apertamente fascista.

A una simile provocazione la città ha risposto forte e chiaro che non è ammissibile che certi eventi possano essere promossi con il beneplacito delle Istituzioni, tanto meno in una Biblioteca Pubblica come la Beghi, peraltro intitolata ad un antifascista spezzino.

Il Sindaco dopo aver dichiarato "di non saperne nulla" è oggi stato costretto a comunicare che "per rispetto nei confronti dell'Istituto storico della Resistenza" - che in Beghi ha sede - la presentazione sarà spostata altrove, in un altro spazio pubblico, la Mediateca regionale ligure. Quindi Peracchini dopo aver dovuto ammettere l'accostamento Casa Pound/neo-fascismo/ Altaforte decide comunque di concedere uno spazio pubblico a un'iniziativa del genere? Per caso l'antifascismo vale solo in alcuni giorni e in alcuni luoghi e in altri no?

Per difendere questa scelta viene richiamata la "libertà di pensiero e di opinione" sancita dall'articolo 21 della nostra Costituzione. Sappiamo bene quanto l'articolo venga impugnato strumentalmente per legittimare le sedi di Forza Nuova o di Casapound, la loro presenza alle elezioni o iniziative come quelle di sabato. Come se il fascismo fosse un pensiero equivalente ad altri, come se l'articolo 12 non vietasse "la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista". Bisogna ribadire che ci sono idee alle quali non si può concedere la dignità del dibattito, perché rappresentano la negazione di ogni dibattito.

Al Salone del Libro la contraddizione è stata sciolta e si è impedito alla casa editrice di essere presente. Stessa cosa deve avvenire in questa città, con una energica protesta, la più dura ed efficace possibile. Una mobilitazione che ribadisca che né la Beghi, né la Mediateca, né qualunque altro spazio pubblico della nostra città può essere concesso a chi si richiama al nazifascismo!

Per questa ragione confermiamo l'assemblea antifascista già convocata per venerdì 17 maggio dalle h 18.30 davanti alla Biblioteca Beghi per confrontarci e organizzare insieme la mobilitazione di sabato alla Mediateca Regionale.


Unione degli Studenti - Rete LSP

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Francesco Comparoni: classe 2001, fresco maggiorenne, parmigiano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Luca Manfredini – “Una data assunta dalla città di Sarzana come un onore ed un’impegno, la memoria di un passato di orrori e di violenza ed un monito per… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa