Monterosso, il bilancio di fine mandato del sindaco Moggia che annuncia: "Mi ricandido" In evidenza

La lettera ai suoi concittadini.

Lunedì, 08 Aprile 2019 22:27

Care amiche, cari amici,

 

approssimandomi alla conclusione del mandato da voi ricevuto quasi cinque anni fa, ritengo doveroso condividere un momento di riflessione e di ringraziamento ed esporre un bilancio, seppur parziale, del lavoro svolto.

È stato per me un onore e un privilegio essere scelto dalla nostra Comunità a guida dell’Amministrazione del paese.

Ho da sempre inteso la Politica come una forma particolare di servizio alla collettività: la Politica ha infatti il compito e la responsabilità di operare con saggezza e lungimiranza perché ciascuno, nel rispetto delle esigenze di tutti, possa realizzarsi nelle proprie aspirazioni, siano esse individuali o collettive. Per questo credo sia la forma più alta di servizio al prossimo.

Sono stati per me anni intensi, di duro lavoro e dedizione, anni nei quali anche i momenti meno facili non sono mancati, ma mai è mancata la passione: un’esperienza che mi ha dato molto e che mi ha fatto crescere e maturare dal punto di vista personale ed umano.

Ringrazio per questo tutti i funzionari e i dipendenti comunali e tutti coloro che mi sono stati accanto, che mi hanno aiutato e spronato; che non mi hanno fatto mancare, molte volte anche con discrezione, un sincero incoraggiamento.

Con altrettanta gratitudine ringrazio anche coloro dai quali si sono levate voci critiche: talvolta, è vero, esse possono essermi sembrate aspre, ingenerose, o addirittura ingiuste, ma sono state sempre per me occasione di riflessione e stimolo a non adagiarmi, a migliorarmi e a nulla dare per scontato. Per questo mi auguro che ci siano in futuro ancora occasioni per fare conoscere meglio le motivazioni delle scelte fatte, al fine di poter lavorare in accordo e al servizio di Monterosso.

In questi anni molto è stato fatto e cambiato e molto ancora si dovrà cambiare e fare.

Il nostro impegno è stato innanzi tutto quello di instaurare un nuovo modo, diverso e più trasparente, nella gestione della cosa pubblica, ampliando il più possibile i canali di comunicazione e le occasioni di confronto tra Amministrazione e cittadini. Una comunità informata, partecipe e coesa è una comunità che guarda con maggior consapevolezza e responsabilità al futuro, anzi, che il proprio futuro se lo crea.

Abbiamo poi voluto investire nella protezione civile, nei moderni sistemi di strumentazione e allertamento della popolazione, gestendo anche momenti di grande emergenza e pericolosità, come quello della eccezionale ondata di maltempo dello scorso ottobre, riuscendo a garantire condizioni di quasi normalità per il nostro paese in un momento estremamente complesso.

Abbiamo provveduto a fare emergere e a risanare i consistenti debiti fuori bilancio ereditati, regolarizzando le pendenze con le imprese creditrici, riconducendo in tal modo i conti comunali al pieno rispetto delle norme vigenti.

Abbiamo investito in cultura, perché senza la consapevolezza di chi si è stati e si è, difficilmente si può traguardare un prospero avvenire.

Abbiamo investito in progetti di educazione civica, perché i nostri bambini e ragazzi sono i cittadini di domani, sono il nostro bene più prezioso e sono il nostro futuro.

La nostra Amministrazione va fiera di quanto operato e di averlo fatto per scelta ineludibile con scrupolo e rigore, anche se ciò, talvolta, può aver ritardato alcuni processi decisionali e operativi: senza legalità, senza il rispetto delle leggi e di regole condivise, non ci può essere garanzia per il vivere civile.

Certo, molto resta ancora da fare. La pista elisoccorso, il canale scolmatore, il ripristino dell’area cimiteriale, il recupero del sentiero per Soviore, la trasformazione radicale a LED dell’impianto di illuminazione pubblica, il miglioramento del sistema di raccolta differenziata... Sono questi tutti punti da affrontare e risolvere, ma per ciascuno di essi il cammino è già iniziato.

Poco sopra ho volutamente usato “abbiamo” e non “ho”, perché per quanto è stato fatto devo dire grazie ai “miei” ragazzi e ragazze del Consiglio Comunale che, anche se con fatica, hanno mantenuto in questi anni fede all’impegno preso e allo spirito del progetto “Monterosso Bene Comune 2014”. Rivolgo infine un benvenuto a chi in questi giorni sta raccogliendo il testimone di alcuni di loro e mi accompagnerà in una nuova avventura.

La vita insegna infatti che, a rendiconto di una attività svolta, è giusto chiedere una valutazione di quanto compiuto, per poter continuare con ancor maggiore impegno e determinazione il proprio percorso: è con questo intendimento che abbiamo deciso di presentarci di nuovo a voi e al vostro giudizio, per poter proseguire il lavoro iniziato al servizio della nostra Comunità.


Emanuele Moggia
Sindaco di Monterosso

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
Comune di Monterosso

Piazza Garibaldi, n. 35
19016 Monterosso al Mare (SP)
Tel: 0187 817525

 

www.comune.monterosso.sp.it

Ultimi da Comune di Monterosso

Le due giornate dedicate all'Ambiente e all'Ecologia - 28 e 29 settembre 2019 Leggi tutto
Comune di Monterosso

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa