Luni: pronti 70.000 euro da investire in scuole, strade e uffici pubblici In evidenza

di Alessio Boi- Una bella somma che sarà messa al bilancio. Moretti:"Abbiamo già individuato alcune opere da recuperare". La fonte del finanziamento sarà resa nota al più presto.

Sabato, 30 Marzo 2019 16:04

 

"Ogni tanto una buona notizia" così esordisce il vicesindaco di Luni Barbara Moretti, che ha aperto il consiglio comunale di ieri sera venerdì 29 marzo con un annuncio: al comune saranno destinati 70.000 Euro, poiché ne è meritevole come prevede la legge di bilancio 2019 con la legge 145 del 30 dicembre 2018.Questi soldi dovranno essere destinati ad opere pubbliche, strade, uffici, scuole, ma la giunta ha già in mente alcune opere su cui investirli:"Vorremmo investire 50.000 Euro per la messa in sicurezza del muro di contenimento in via Monte dei Frati, altri, invece, per recuperare i parapetti dell'attraversamento pedonale del Parmignola". Insomma la viabilità è una priorità per Luni, e questo aiuto, la cui fonte non può essere ancora rivelata, è destinato al recupero proprio di alcune criticità della zona.

La discussione è proseguita sulla modifica del regolamento della Tari, dove l'assessore all'Ambiente Mariangela Manuguerra dichiara:"Questa sera abbiamo l'occasione di poter adeguare il regolamento della Tari mettendo a regime l'utilizzo dei compostatori. Sarà possibile, infatti, avere delle agevolazioni sulla riduzione dell'imposta per chi li utilizza e un albo di questi". E conclude:"Si tratta di un passo avanti nella strada in cui vogliamo andare". La discussione è proseguita proprio sui compostatori dove, per alcune incertezze, si è deciso di tenere il regolamento aperto a modifiche.

All'ultimo punto una questione già affrontata anche nel vicino comune di Castelnuovo Magra: Luni, vorrebbe dare la possibilità ad associazioni, parrocchie o altri enti che operano senza scopo di lucro, di prendere in gestione le aree verdi del comune. Una proposta che è stata accolta da tutto il consiglio comunale, che ieri sera, a causa di alcuni assenti giustificati, era formato solo da Andrea Fantini (Italia in Comune) e Giovanni Pampana (La vostra voce) all'opposizione e da alcuni assenti in maggioranza, tanto che, da sola nei minuti iniziali del consiglio, non sarebbe riuscita a tenere in piedi il consiglio comunale per il numero legale, ma con l'arrivo della consigliera Irene Barion, un po' in ritardo, la maggioranza è ritornata sufficiente.

Infine Fantini, ha ricordato in un secondo momento alla fine del consiglio a noi di GdS, di aver restituito, come promesso, i soldi conferiti per il lavoro da consigliere alla Protezione Civile.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - La questione sarà affrontata dal Comitato per l'Ordine e la Sicurezza che si riunirà domani in vista delle riaperture previste dal Governo dal 26 aprile. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa