Continua la lotta del M5S Luni contro gli erbicidi In evidenza

Il Movimento continua a chiedere chiarezza sull'utilizzo di erbicida a base di "glifosate" e se sia nocivo per i cittadini di Luni Mare.

Martedì, 12 Marzo 2019 15:47

 

Tutto è iniziato il 10 novembre 2018 con una e-mail da parte del Comitato per Luni Mare al sindaco e ai consiglieri comunali: i membri del comitato esprimevano le loro preoccupazioni in merito a questi erbicidi, che vengono utilizzati nei campi adiacenti alle abitazioni. Ma questi terreni ricadono nel comune di Sarzana, dunque alcuni chiarimenti andavano chiesti soprattutto all'amministrazione sarzanese. Informati proprio dai cittadini sono stati i grillini di Luni a prendere in mano la situazione interpellando in consiglio comunale il Sindaco Alessandro Silvestri, incaricandolo di chiedere al comune di Sarzana se fossero state osservate in modo appropriato le prescrizioni per l'uso dei prodotti chimici utilizzati per il trattamento, se fossero state prese precauzioni per escludere eventuali rischi, anche futuri, per la salute dei cittadini di Luni Mare e se fossero state richieste informazioni sui prodotti chimici che saranno utilizzati durante la coltivazione del basilico e sulla loro modalità d'impiego. Infatti questi erbicidi a base di "glifosate" vengono utilizzati proprio nel periodo estivo, per la coltivazione del basilico.

In un comunicato stampa il Movimento 5 Stelle di Luni, rappresentato in consiglio comunale da Paolo Andreani, informa che il sindaco aveva subito sollecitato il giorno dopo l'intervento del collega di Sarzana, che il 23 novembre dello stesso anno scriveva ad ASL 5 e ad ARPAL, quest’ultima, in data 26.11.2018 a sua volta scriveva all’ASL 5 “Spezzino”, Dipartimento Prevenzione: “In relazione alla richiesta di pari oggetto pervenuta da parte del Comune di Luni (prot. ARPAL n. 34221 del 19/11/2018), inoltrataVi da parte del Comune di Sarzana, per il seguito di competenza, in data 23/11/2018, lo scrivente dipartimento manifesta la propria disponibilità per l’esecuzione di verifiche congiunte. Ciò premesso si ritiene utile, in prima istanza, acquisire le schede di sicurezza dei prodotti utilizzati e reperire informazioni riguardo alle modalità utilizzate nell'impiego di dette sostanze e sugli accorgimenti tecnici posti in essere, a tutela della sicurezza e della sanità pubblica, nello svolgimento dell’attività in esame”. Non avendo ricevuto risposta il 2 febbraio 2019 Paolo Andreani presentò un'interrogazione al sindaco Silvestri che girò al comune di Sarzana subito dopo. Ma ancora nessuna risposta, e Andreani tuona:"Tutti parlano di tutela della salute del cittadino ma quando occorre intervenire con i fatti è notte profonda". E ancora:" Se sarà confermato che chi sarebbe dovuto intervenire non è intervenuto, saremo costretti a verificare se col loro comportamento non sia stato calpestato il diritto alla tutela della sicurezza e della sanità pubblica dei cittadini di Luni Mare".

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dal giorno della stage non smise mai di lottare per verità e giustizia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Ancora da definire solo gli Allievi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa