"Caso Asti", il M5S: "Avrebbe dovuto autosospendersi" In evidenza

i pentastellati chiedono anche una presa di posizione del sindaco.

Venerdì, 25 Gennaio 2019 17:59
In merito alla vicenda che coinvolge l’assessore Paolo Asti, il Movimento 5 Stelle La Spezia esprime la propria perplessità riguardo alla conduzione della vicenda e a tutti i risvolti della stessa. Non entriamo nel merito dell’indagine sull’assessore, in quanto non compete a nessuno, al di fuori degli organi preposti. Ci lascia invece perplessi e dubbiosi l’atteggiamento dell’assessore, che avrebbe potuto autosospendersi, anziché restituire una sola delega, confidando in una pronta risoluzione della vicenda, ma soprattutto quello del Sindaco, che non ha preso una posizione precisa e ha accettato la restituzione della delega alla cultura, lasciando intatte le altre, quando avrebbe potuto – e dovuto – sospendere o lasciare tutte le deleghe all’assessore, in attesa di accertamento della verità, quella “vera”, non quella piegata alla convenienza.

Ci fa venire in mente Carlo Alberto di Savoia, passato alla storia come il “Re Tentenna”, perché non sapeva (o non voleva) esporsi in prima persona, per accontentare un po’ tutti, mentre aspettava di vedere come sarebbero andate a finire le cose.


Movimento Cinque Stelle La Spezia

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Cinque Stelle

La richiesta di dire NO a qualsiasi luogo pubblico. Leggi tutto
Cinque Stelle
La richiesta di fermare il progetto di riconversione a gas, per ragioni ambientali e sanitarie. Leggi tutto
Cinque Stelle

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa