Blitz anarchico nel centro della Spezia, Costantini: "Neppure stavolta Baldino sostiene l'amministrazione" In evidenza

Il Consigliere Comunale di La Spezia Popolare, invece, plaude alla risposta data dalla Giunta e dalle Forze dell'Ordine.

Lunedì, 07 Gennaio 2019 19:28
Ancora una volta il consigliere Baldino ha perso l’occasione per tacere o quanto meno sostenere un’Amministrazione che nel giro di un’ora ha risolto un attacco non solo ai nostri monumenti nel cuore della città ma soprattutto al tessuto commerciale spezzino. Mentre è sempre pronto a coglierla per attaccare il Sindaco o la stessa maggioranza.
Pur essendo consigliere, Baldino ancora non conosce le regole del gioco democratico: è facile tirare per la giacchetta il Sindaco ogni qual volta si voglia finire sui giornali. Un po’ più difficile fare politica: si prenda a cuore a viso scoperto l’anarchia, perché di tutto si sta preoccupando meno che dei nostri cittadini o dei commercianti vittima dell’inciviltà di questi soggetti – che io definisco semplicemente dei vandali - e si rivolga direttamente al Ministero di Grazia e Giustizia facendosi portavoce delle loro istanze.

Un particolare plauso, di cui forse si è dimenticato ma che il mio gruppo invece vuole sottolineare in modo chiaro, va al Sindaco per aver ripulito la fontana in tempo record, all’Assessore alla Sicurezza Medusei a cui va la nostra solidarietà per le minacce ricevute sui social e soprattutto alle forze dell’ordine e alla Questura che prontamente sono intervenute e che hanno dato il foglio di via a questi personaggi.


Umberto Maria Costantini
La Spezia Popolare

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L'incontro è organizzato dall'Associazione Liberi di Vedere. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa