Nobili: "Il grido d'allarme dei sindacati non deve essere ignorato" In evidenza

Preoccupazione per il servizio e per i lavoratori.

Giovedì, 06 Dicembre 2018 19:12

La preoccupazione che le organizzazioni sindacali hanno espresso in questi giorni rappresentano un grido di allarme che non può essere ignorato.
Serve chiarezza. Se è vero che il contratto di servizio è sottoscritto dalla Provincia, le ripercussioni sui bilanci aziendali, e quindi di conseguenza sul servizio erogato e sui livelli occupazionali, devono interessare tutti i soci della nostra partecipata in primis il Comune capoluogo che è il maggior azionista.

 

Per questi motivi ho interessato l’amministrazione attraverso una mia interpellanza per capire al meglio la situazione del trasporto pubblico. Spero di avere risposte confortanti, anche se, leggendo quanto riportano le cronache, ho fondati timori che la situazione possa essere preoccupante.

Non dobbiamo abbassare la guardia e sarà mia cura seguire, insieme ai colleghi della commissione di cui sono presidente, lo sviluppo della situazione per assumere le iniziative più opportune nell’interesse dei cittadini e dei lavoratori.

Dina Nobili
Consigliere comunale PD

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Follo festeggia i suoi 18enni

Lunedì, 17 Dicembre 2018 19:33 cronaca-follo
Per loro la Costituzione e la bandiera italiana. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Consigliere regionale chiede all'Assessore Viale di agire subito. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa