Sanità spezzina, Eretta: "La sinistra resti divisa che unita ha già fatto troppi danni" In evidenza

Il Vice Sindaco di Sarzana sostiene il nuovo assetto che avrà il sistema provinciale con la realizzazione del Felettino.

Martedì, 13 Novembre 2018 11:46

 

L’invito rivolto da Mione, Battistini, Fantini alle forze politiche di centrosinistra per unirsi e affrontare insieme i problemi della sanità è meglio che rimanga lettera morta. Infatti la sinistra unita ha già fatto abbastanza danni, soprattutto per quanto riguarda il sistema sanitario locale. La confusione sugli argomenti di cui parlano balza agli occhi facilmente, basti pensare al ruolo ricoperto dall’Ospedale di Sarzana nel complesso del circuito ospedaliero provinciale.

Il sistema hub-spoke contro cui la sinistra sta facendo una battaglia ideologica non è penalizzante per il territorio sarzanese, tantomeno per la Val di Magra. Infatti, concretamente, l’hub è il centro di riferimento provinciale che garantisce maggiore intensità assistenziale, mentre la struttura spoke, profondamente collegata all’hub, offre funzioni ospedaliere di base e specializzazioni d’elezione per tutto il territorio provinciale. È un sistema già in uso nei paesi esteri, e nei sistemi sanitari italiani maggiormente all’avanguardia. Ha la virtù di consentire costi ridotti, perché le strutture complesse sono presenti solo nell’hub, e parallelamente una completa efficacia dei servizi garantiti anche nello spoke, perché in quest’ultimo i servizi sono erogati da strutture semplici più snelle ma altrettanto efficaci, e sono costantemente potenziati nell’ottica dell’eccellenza specialistica.

Nella nostra provincia l’hub sarà il nuovo Felettino, lo spoke il San Bartolomeo. Ciò non significa che ci saranno un ospedale di serie A e uno di serie B, piuttosto due strutture fortemente integrate e con mission diverse. Sarzana e il San Bartolomeo sono strategici per l’intera provincia della Spezia, e l’obiettivo di avere a Sarzana un Ospedale che non sia una fotocopia sbiadita del nuovo Felettino, ma una peculiarità del sistema sanitario locale, andrebbe portata avanti tutti insieme, indipendentemente dai colori politici.

A meno che non si voglia fare battaglie di principio e non far progredire la sanità spezzina, preferendo un sistema novecentesco contraddistinto da tanti costi e scarsi benefici. In quel caso il discorso cambia.


Costantino Eretta
Vice Sindaco di Sarzana - Lega Nord

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Lega

 “In Piazza Caduti di Nassiriya verrà installata una targa commemorativa per ricordare le vittime del tragico attentato, di cui domani ricorrono i 16 anni”. Leggi tutto
Lega
La senatrice invia un messaggio di solidarietà in seguito all'attentato in Iraq di questa mattina. Leggi tutto
Lega

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa