Santo Stefano, Francesco Ponzanelli: "Un paese in stallo" In evidenza

E sul progetto che riguarda i migranti condivide la posizione della senatrice Pucciarelli, affermando che non porta vera integrazione.

Venerdì, 24 Agosto 2018 15:41

 

Dopo il sopralluogo di Ferragosto abbiamo dato la possibilità all’attuale Amministrazione di sistemare quello che ad oggi non ha ancora sistemato, perdendo purtroppo, anche in questa occasione, la possibilità di far vedere che “esiste“ e che non è latitante come sempre.
Il degrado è sotto gli occhi di tutti, il livello di pulizia stradale e di arredo urbano è semplicemente indecente. Grazie alle tante segnalazioni dei nostri cittadini che non accettano tale scempio, riusciamo a monitorare costantemente il territorio. Denunciare e documentare i fatti non basta, si deve intervenire! Responsabilità che competerebbe solo ed esclusivamente dell’Amministrazione che invece, nel suo immobilismo, ancora si accontenta di fare propaganda alla vecchia maniera dove il “promettere” è d’obbligo mentre il “mantenere“ è un’utopia.

In questi giorni ci siamo abituati a vedere all’opera gruppi di extracomunitari posizionati in punti strategici, intenti a sfalciare o a pulire i bordi delle strade. Peccato che se esuliamo dall’arteria principale e ci addentriamo in strade leggermente meno trafficate, la situazione precipita sia dal punto di vista della manutenzione che igienico ambientale. Il tutto é fotograficamente ben documentato.
Non si tratta quindi di mancanza di operai o di forza lavoro, si tratta solo di avere la capacità di gestire il bene pubblico e di farlo con buonsenso: non si può pulire solo dove si vede, lo si deve fare in tutto il territorio!
Smettiamola quindi con gli spot della sagra del nulla!!! Concentriamoci sul dare un paese vivibile ai nostri cittadini!

Credo di condividere quello che ha ribadito la Senatrice della Lega Stefania Pucciarelli: non si capisce il perché di questi progetti che non hanno un fine, che non portano integrazione e lo si nota dagli stessi ospiti del Cas che, purtroppo, sprofondano nella loro solitudine e nell’ozio, l’ozio che è sempre il padre dei vizi....

Usare il termine “odio” è già da scellerati di per sé, peggio ancora se viene usato da chi ha ruoli da primo cittadino o addirittura da segretario di partito.
Un partito da sempre “maestro” nel fomentarlo (anche tra i suoi più convinti sostenitori).
Insomma, un partito che nel tempo ha cambiato immagine ma non la linea, e tantomeno la sua propaganda: colpire ad personam.
Concludo chiedendo al Sindaco se conosce il significato del termine blasfemia!?!

Francesco Ponzanelli
Responsabile Enti locali Spezia Popolare
Capogruppo Consiliare “Santo Stefano Popolare”

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Operazione "Safe Breathing", l'intervento della Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Dogane per il sequestro delle mascherine non conformi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Alessio Boi - Lo scontro tra due odg in consiglio comunale sul ruolo dei privati nella sanità: uno presentato dall'opposizione unita, l'altro dalla maggioranza. Passa la seconda. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa