Il Comune della Spezia sottoscrive la Carta dei Diritti della Bambina In evidenza

Impegno a promuovere la parità tra i sessi e contrastare la violenza di genere.

Venerdì, 01 Giugno 2018 18:05
Oggi pomeriggio a Palazzo Civico il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e l’Assessore alla Città dei Bambini Giulia Giorgi hanno firmato con l’Associazione FIDAPA BPW - Sezione della Spezia la Nuova Carta dei Diritti della Bambina. Un documento che intende sensibilizzare l’opinione pubblica a un’azione mirata di contrasto alla drammatica emergenza della violenza di genere, per un’educazione delle giovani e dei giovani priva di pregiudizi che sono spesso all’origine di episodi di violenza, oltrechè al fine di promuovere la parità sostanziale tra i sessi e la valorizzazione delle differenze tra bambini e bambine.

All’incontro era presente anche una rappresentanza di FIDAPA: la Presidente Mirella Orgallo, la Past President Cristina Rossi, Rosella Balsamo per la Segreteria e la tesoriera Elisabetta Gabarello.

La firma di oggi suggella l’impegno dell’Amministrazione Peracchini nel sociale, e arriva a seguito dell’adozione all’unanimità, con delibera di giunta del 16 aprile scorso, della Nuova Carta di cui la FIDAPA aveva già richiesto l’adozione inviandola al sindaco nel mese di marzo. In virtù dell’adozione, la giunta si impegnerà altresì nel favorire la conoscenza del documento nelle scuole, tra i giovani, le Associazioni e le famiglie anche mediante giornate formative e di sensibilizzazione.

La versione originale della Carta fu presentata ed approvata a Reykjavik nel 1997 durante il IX Congresso delle Federazioni Europee della BPW, in seguito all’emergere della questione dell’infanzia femminile durante la Conferenza mondiale di Pechino del 1995; la Carta – ispirata alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia del 1989, a differenza e ad integrazione di questa che pone sullo stesso piano i due generi - li distingue in termini di caratteristiche e bisogni, avendo riguardo alle differenti connotazioni fisiche ed emozionali. La Carta deve quindi essere letta come una premessa fondamentale per l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita: famiglia, scuola e comunità si devono perciò assumere la responsabilità affinché la bambina possa crescere nella piena consapevolezza dei suoi diritti e dei suoi doveri.

La Carta è stata approvata all’unanimità durante il Meeting delle Presidenti europee di BPW International il 30 settembre 2016.


La FIDAPA (International Federation Business Professional Women) è un’influente organizzazione non governativa, presente in 100 paesi nel mondo, ed è rappresentata con staus consultivo presso ONU, FAO, UNESCO, ILO, OMS, UNICEF.
L’Associazione femminile, movimento di opinione Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari, affiliata alla precedente BPW, è attiva e presente con 300 sezioni distribuite su tutto il territorio nazionale, con la finalità precipua di promuovere, coordinare e sostenere le donne che operano nel campo delle arti, professioni e affari senza distinzioni di etnia, lingua e religioni.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...
Comune della Spezia

Piazza Europa, 1
19100 La Spezia

Tel. 0187 727 456 / 0187 727 457 / 0187 727 459
Fax 0187 727 458

www.comune.laspezia.it/

Ultimi da Comune della Spezia

Peracchini : "Restituire l'autentica bellezza dei portici significa investire direttamente sulla storia, sul decoro e sulla bellezza della Città ma anche sul tessuto commerciale e turistico". Leggi tutto
Comune della Spezia
Tutte le strutture, nelle giornate di apertura mattutina, potranno essere frequentate dagli utenti a partire dalle 8:15. Leggi tutto
Comune della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa