Pini di Via San Francesco, Pecunia: "Dove sono Guerri e Caratozzolo?" In evidenza

Il capogruppo PD in Consiglio Comunale afferma che in passato, per situazioni simili, hanno avuto ben altre posizioni e si rivolge anche al Sindaco.

Lunedì, 16 Aprile 2018 10:50
E’ stato perentorio anche il commento di Pierluigi Peracchini, in corsa per la coalizione di centrodestra.«Sono rimasto senza parole – ha tuonato Peracchini -.E’ un nuovo caso di arroganza politica e decisionale». Poi ironizza: «Alla Spezia da qualche anno ci deve essere una epidemia di fitofobia. La faremo curare».
Così il sindaco Peracchini appena pochi mesi fa; non desta stupore la sua retromarcia, del resto è l’ennesima dopo pochi mesi dal battesimo della sua amministrazione. Qualche esempio: l’aggregazione di Acam-Iren, il taglio delle tasse, l’attenzione al commercio del centro, la creazione del nuovo centro commerciale, le alienazioni, la tanto sbandierata partecipazione! Finita la campagna elettorale Peracchini sta sgretolando il suo programma e ora, anche sotto i colpi delle motoseghe.

I pini di via San Francesco verranno tagliati, dopo aver già provveduto al taglio di alcuni alberi in via Nazario Sauro e di quelli in viale Italia. Fortuna che lui aveva la cura!

Ma chi davvero lascia stupiti è Caratozzolo, membro di maggioranza a corrente alternata. Lui è maggioranza quando gli conviene, salvo dimenticare le grandi battaglie sostenute per salvare Cernaia e piazza Verdi. Allora c’è da chiedersi: intanto come il sindaco si ponga sul tema degli alberi e quale sia ora la sua nuova posizione. E inoltre, oltre allo smarrimento della macchina fotografica di Guerri, è evidente abbiano difficoltà a recuperare anche le vecchie catene con cui si sarebbero incatenati per impedire l’abbattimento degli alberi.

Ma al sindaco sta bene così; la maggioranza ha già troppi problemi per pensare a rinunciare al duo Guerri -Caratozzolo e quest ultimo ha già alzato troppo il tiro con Acam, bilancio, via Firenze e Colombaio per rischiare, proprio mentre si accingono a cambiare il regolamento del comune, un ulteriore strappo. Meglio stare zitti fino a quella data onde evitare che si trovi un appiglio tra le righe per rinunciare a loro (lui e Guerri si intende). O forse non teme nemmeno questo. Sa bene che la maggioranza non avrà il coraggio di fare a meno di loro. Ma intanto i pini di via San Francesco se ne vanno e di Caratozzolo e Guerri nessuna notizia.


Federica Pecunia
Capogruppo PD Consiglio Comunale della Spezia

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Partito Democratico

"Progetto provocatorio e sproporzionato". Leggi tutto
Partito Democratico
Il reggente Juri Michelucci anticipa i prossimi passi. Leggi tutto
Partito Democratico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa