Parco di Montemarcello, Battistini: "Si può riformare, ma non sopprimere" In evidenza

Il Consigliere regionale di Rete a Sinistra .- LiberaMente Liguria pone l'accento sulla carenza di risorse e di lavoratori.

Venerdì, 09 Marzo 2018 16:29

Il Parco di Montemarcello è una risorsa fondamentale per tutta la provincia spezzina perché, oltre a rappresentare un baluardo per la tutela ambientale, si pone come un ente sovraordinato di progettazione e valorizzazione, anche in chiave economica. Questo è quanto emerso oggi in Commissione Ambiente in Regione Liguria. Sul tavolo della discussione la questione relativa alla deprecabile proposta formulata e sostenuta dai Consiglieri Costa e De Paoli per abrogare l’Ente.

Il Parco di Montemarcello nel 2017 ha ottenuto un bilancio complessivo di circa 590 mila euro, tra entrate proprie e fondi regionali. Queste risorse sono state impiegate, va sottolineato, quasi totalmente per il territorio e il suo sviluppo. Da sfatare è il mito di un “ente poltronificio” creato per parcheggiare qualche politico rimasto senza seggiola. Nel 2017, infatti, la spesa per gli organi politici è stata complessivamente di appena 100 euro al mese.

I nodi da correggere in realtà stanno sia sull’organizzazione dell’Ente, sicuramente da migliorare, ma soprattutto sulle sempre crescenti ristrettezze di risorse umane ed economiche.

I dipendenti che svolgono un’importante funzione amministrativa e progettuale sono pochi: solamente 7 unità, due delle quali assunte in virtù di progetti europei attivi. Sono 4 gli operatori a tempo indeterminato e 3 a tempo determinato. Mancano all’appello il 50% delle risorse umane previste dalla Legge Regionale che istituì, nel 1995, il Parco di Montemarcello-Magra-Vara. Anche le risorse finanziarie erogate dalla Regione Liguria in questi ultimi anni si sono ridotte drasticamente. Dal 2015 ad oggi l’importo con cui la Regione ha finanziato il Parco del Magra è passato dagli oltre 580 mila euro ai 417 mila del 2017. Nonostante queste ristrettezze, però, a fronte di circa 730 mila euro di trasferimenti regionali, per spese di investimento, nel periodo tra il 2013 e il 2017, il Parco del Montemarcello ha saputo quintuplicare le risorse, attraverso la gestione di progetti, per un importo di 3.650.000 euro.

Insomma è chiaro: il Parco di Montemarcello-Magra-Vara è utile. Bisogna sicuramente cercare di riformarlo, renderlo ancora più produttivo e vicino alle esigenze del territorio.

Ma se la maggioranza che siede in Regione Liguria, guidata dal Governatore Toti, dovesse sopprimere questo Ente ci troveremmo davanti all’ennesimo pasticcio istituzionale prodotto dal presunto annullamento delle Province. Verrebbero meno le funzioni di area vasta, di progettualità, di coordinamento, di attrazione e investimento di risorse, che oggi il Parco svolge in sinergia con i Comuni aderenti alla sua comunità. Il nostro territorio, e ancor più le aree dell’entroterra, subirebbero uno shock sia ambientale, di salvaguardia e tutela, che in termini di rilancio economico, produttivo, agricolo e turistico. Come forza di opposizione siamo disponibili a ragionare su una riforma. Siamo invece pronti, in maniera assoluta, a dare battaglia per contrastare con tutte le nostre energie ogni proposta di soppressione dell’Ente.


Francesco Battistini
Consigliere regionale Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria

 

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

E' stato soccorso dal CNSAS e dai Vigili del Fuoco e trasportato al Pronto Soccorso dalla Pubblica Assistenza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Consigliere regionale sottolinea come nulla sia cambiato rispetto alle scelte della giunta sarzanese precedente. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa