"Mai più fascismi, mai più razzismi", manifestazione nazionale a Roma In evidenza

L'appello alla partecipazione di ANPI. Partenza anche dalla Spezia.

Mercoledì, 21 Febbraio 2018 15:45


La propaganda da tempo impegnata nella promozione di un supposto diritto democratico di parola e agibilità politica per tutti (anche per i fascisti) ha interpretato la sofferta, ma autonoma, decisione di ANPI, ARCI, CGIL e Libera (il rinvio dell'iniziativa a Macerata del 10 febbraio scorso) come un avallo della colpevole equiparazione tra chi porta nei luoghi pubblici il fascismo, e chi manifesta nelle piazze l'Antifascismo. Sappiamo, per contro, che tanti sinceri antifascisti, pur critici per tale decisione, hanno notato e supportano ciò che queste associazioni, nello stesso comunicato, hanno richiesto allo stesso Sindaco di Macerata, ai Ministri competenti, e al Governo: "pretendiamo che Macerata non diventi un luogo di attiva presenza neofascista", "siano vietate le iniziative annunciate per i prossimi giorni in città da Forza Nuova, CasaPound e da tutti i seminatori di razzismo", "sciogliere i partiti e le associazioni che si richiamano a quelle aberranti ideologie".

 

Com'è noto, le suddette istituzioni non hanno dato seguito a queste richieste, e il Ministro competente, anziché sciogliere partiti e associazioni dichiaratamente fasciste (possibilità concessa dalla legge in vigore, anche per decreto), ha intimato che non si svolgesse nessuna manifestazione, di fatto ponendo sullo stesso piano fascisti e antifascisti. La segreteria ANPI, di fronte a ciò, ha chiesto che la manifestazione di Macerata fosse autorizzata, cosa in seguito avvenuta; ripensamento che ha agevolato la riuscita pacifica di una grande mobilitazione democratica contro il fascismo e il razzismo.

Ma, dal momento che lo scioglimento di partiti e organizzazioni fasciste, così come la sospensione della loro partecipazione alle elezioni, sono di là da venire, è importante che sia molto partecipata anche la prossima manifestazione nazionale del 24 febbraio, a Roma, che proprio questo chiede, tra le altre cose, come scritto nel manifesto "Mai più fascismi" (si può leggere e firmare qui).

Poco più di un anno fa abbiamo difeso la Costituzione dal tentativo di stravolgerla; adesso dobbiamo farla rispettare, a partire dallo spirito antifascista che viene evocato da molti suoi articoli, nonché nella XII disposizione finale: "È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista".

A chi vuole prendere parte all'iniziativa di sabato prossimo a Roma, rendiamo noto che la CGIL spezzina mette a disposizione dei posti in treno con partenza alle ore 8:15 (La Spezia) e ritorno da Roma alle ore 18:15. Per info e prenotazioni è possibile contattare l'ANPI o direttamente la CGIL.


ANPI Sarzana

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
ANPI

Via Corridoni, 7
19122, La Spezia

Ultimi da ANPI

"C'è molta preoccupazione". Leggi tutto
ANPI
E ritiene gravi le dichiarazioni del sindaco della Spezia e di quello di Lerici. Leggi tutto
ANPI

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa