Fiore (Viva l'Italia viva): "Riforme, poi al voto con Renzi"

Pochi avrebbero immaginato oggi la situazione politica dopo le elezioni di domenica e lunedi. Ripensando allo scenario di partenza dove il centro sinistra era avanti sul centro destra di almeno 10 punti percentuali e il Movimento Cinque Stelle veniva dato, non avendo punti di riferimento passati, tra il 10 ed il 15 per cento.

Martedì, 26 Febbraio 2013 10:20

Tutto stravolto oggi: il primo partito è il Cinque Stelle, poi Pd e subito dietro il Pdl alla Camera, dove grazie al risicato apporto di Sel la coalizione di centro sinistra guadagna il premio di maggioranza, ma senza gloria. Peggio al Senato, non c è maggioranza, quindi il caos politico. Credo che prima di tutto venga il paese e sono sicuro che il Presidente della Repubblica pensi a questo facendo fare con le volontà dei partiti un governo di transizione per fare alcune riforme, prima fra tutte quella elettorale, per poi ritornare al voto e dare una maggioranza vera e stabile al paese. Qui come elettore da sempre del centro sinistra, ho provato rabbia per come si sono svolte le campagne elettorali della coalizione. Bersani è un ottima persona, onesto, preparato; pochi ricordano che ha fatto cose egregie per la gente quando era ministro. Il difetto è che da uomo nato cresciuto e sviluppato nel partito, è bravissimo a parlare alla sua gente, ma meno al paese intero e con i soli voti dei simpatizzanti non si governa. Ho sempre detto che il paese ha bisogno di riforme profonde che riguardano la magistratura, le forze di polizia, il sindacato, l'organizzazione territoriale del paese, insomma coraggio e novità per battere Berlusconi e Grillo.Ora il Pd ha solo una strada: il cambiamento. Quel 40% di Matteo Renzi non è stato compreso dai vertici sempre più autoreferenziali del partito salvo poi servirsene nei momenti di difficoltà, nfatti dal 10% di vantaggio, nel corso della campagna elettorale,il vantaggio del centro sinistra è andato via via scendendo, e ha avuto momenti di ripresa solo quando si è visto Renzi. da qui bisogna ripartire senza indugi se non si vuole consegnare il paese a Grillo o Berlusconi: fortuna che almeno a sinistra l'alternativa c è.

ROBERTO FIORE

VICE PRESIDENTE VIVA L'ITALIA VIVA

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L’alluvione di ieri ha alzato il livello del fiume Magra che ha trascinato via l’ultimo mezzo rimasto sul ponte crollato di Albiano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa