Il No della Marina al logo per il monumento alle vittime dell'amianto approda in Regione In evidenza

Ordine del giorno presentato dal Consigliere Francesco Battistini.

Martedì, 18 Luglio 2017 11:19

"Un’associazione, AFEA, Associazione Famiglie Esposti Amianto, nata con lo scopo di tutelare le famiglie di quei servitori dello Stato che, nella loro carriera, indossando con orgoglio la divisa della Marina Militare Italiana, sono rimasti vittima dell’esposizione prolungata all’amianto, ancora oggi presente in gran parte dei mezzi della flotta.

 

La volontà di ricordare il loro sacrificio e di onorare la memoria della loro abnegazione, con un monumento da installare sulla passeggiata a mare della Spezia, in modo che chiunque lo veda possa avere immediatamente chiara anche la vocazione storica della nostra Città.

La richiesta di autorizzazione, inviata ai vertici della Marina Militare, per apporre, sul monumento il simbolo dell’arma e la risposta, raggelante, inviata dall’ammiraglio di Divisione, Giorgio Lazio con cui informa l’associazione AFEA che “...l’uso del Logo della Marina Militare è sottoposto a specifiche e stringenti normative e non può essere autorizzato sul manufatto in parola”.

Non intendiamo entrare, qui, nel merito di quella parte del decreto 25 luglio 2012, n. 162, che in sostanza trasforma i simboli delle Forze Armate Italiane in loghi commerciali, consentendone l’utilizzo, dietro il pagamento dei diritti, in svariate situazioni, ma vogliamo invece riferirci a quella parte, dello stesso decreto, che ne norma l’utilizzo “... nell’ambito della concessione del proprio patrocinio a eventi e manifestazioni organizzati o promossi da soggetti pubblici ovvero privati, senza finalità di lucro, ovvero negli altri casi in cui sussista uno specifico interesse pubblico”.

Ecco, noi crediamo che l’apposizione del simbolo della Marina Militare Italiana su quel monumento rappresenti, senza dubbio, uno specifico interesse pubblico!

Per questo, nell’attesa che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella o il Ministro Roberta Pinotti o il capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli intervengano in tal senso, abbiamo presentato un Ordine del Giorno in Consiglio Regionale per chiedere che il Presidente Toti intervenga presso queste Autorità per caldeggiare e sollecitare il rilascio dell’autorizzazione all’utilizzo del simbolo, in onore di quegli uomini che hanno servito lo stato e la Marina Militare Italiana pagando la loro abnegazione con la stessa vita".

Francesco Battistini
Consigliere Regionale Gruppo Rete a Sinistra/liberaMENTE Liguria

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

In alcuni casi sono stati mandati anche messaggi privati chiedendo denaro. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Dal giorno della stage non smise mai di lottare per verità e giustizia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa