Paita e Michelucci: “sanita’ spezzina al collasso e bloccata da liti, faide e prevaricazioni; dalle barelle che mancano ai lavori per i nuovi reparti in ritardo” In evidenza

La sanità ligure – compresa quella spezzina – è al collasso, ma per Toti va tutto bene. I reparti sono affollati, i posti letto sono tutti pieni, mancano gli infermieri e i medici sono costretti a chiedere le barelle in prestito alle ambulanze; secondo l'assessore Viale, però, la situazione è sotto controllo.

Giovedì, 12 Gennaio 2017 15:52


Forse il problema è che il vero assessore non è lei ma Walter Locatelli, commissario di Alisa, visto che tutte le decisioni passano da lui, con un accentramento totale che taglia fuori i territori. Se le cose non funzionano non è certo colpa di medici e infermieri, che fanno il possibile per sopperire alle mancanze di una governace totalmente incapace di affrontare l'emergenza.


Nella sanità ligure oggi mancano un'idea e una programmazione, si naviga a vista e appena accade qualcosa di particolare, come il picco influenzale di questi giorni, si scatena il caos.


Sulle barelle, per esempio, sappiamo che da tempo l'Asl 5 ha chiesto di poterne acquistare di nuove, ma la gara, gestita ancora una volta a livello regionale, non è mai partita.
Un altro esempio di questa disorganizzazione è ciò che sta accadendo alla Pediatria dell'ospedale della Spezia: il reparto è stato trasferito momentaneamente a Traumatologia per un intervento di riqualificazione, ma i lavori, dopo tanto tempo, non sono ancora partiti e visto che nell'ospedale gli spazi sono compressi, ritardi come questo generano problemi in tutta quanta la struttura.


Anche al San Bartolomeo di Sarzana le criticità non mancano. I lavori previsti per l'attivazione dell'Intensità di cura non sono mai iniziati, anche se il progetto esiste ed è stato finanziato da tempo. Al momento è tutto bloccato. Così come il day hospital dove i lavori per le nuove sale sono finiti da sei mesi, ma gli spazi rimangono inspiegabilmente chiusi.


Tutta la macchina sanitaria spezzina è vittima di un impasse decisionale che sta bloccando da mesi gli ospedali. Liti, faide interne, dimissioni annunciate e poi revocate, prevaricazioni dei ruoli stanno rendendo la vita impossibile ai pazienti e al personale sanitario.

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Juri Michelucci

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Partito Democratico

L'esponente del PD sarzanese contro il sindaco di Sarzana: "Ponzanelli cerca di cavalcare la tigre di un improbabile campanilismo". Leggi tutto
Partito Democratico
La Consigliera Comunale Dina Nobili interviene sull'ipotesi ventilata in merito al futuro della collina di Pitelli. Leggi tutto
Partito Democratico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa