Sel, creare lavoro e difendere diritti

Ieri pomeriggio Sel ha partecipato al presidio unitario che si è tenuto sotto la prefettura della Spezia in difesa dell'articolo 18.

Sabato, 26 Maggio 2012 12:06

Per combattere la crisi e ll'impoverimento sociale bisogna mettere al centro di questa difficile stagione la giustizia sociale. Ovvero consolidare i diritti per chi li ha guadagnati ed estenderli per chi ancora non li ha e vive nell'ambito della precarietà.

La riforma del Governo Monti è una riforma contro il lavoro. Lo Stato, piegato dalla crisi finanziaria, scarica le su difficoltà sul lavoro, le famiglie, le piccole imprese. La mobilitazione sociale e sindacale possono ancora evitare la tragedia sociale.

La priorità assoluta in questo momento è creare lavoro, senza rinunciare alla tutela del lavoro. C'è bisogno di uno sforzo che unisca e non che divida; occorre azionare tutti gli strumenti e investire tutte le risorse per dare a tutti, a cominciare dai giovani, la possibilità di lavorare: non solo per sopravvivere, ma per la loro dignità. Serve una politica economica per un nuovo modello di sviluppo,che non strangoli l'occupazione con il rigore di bilancio.

Solamente ciò che porta lavoro ridà sicurezza per il presente e apre al futuro.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Sinistra Ecologia Libertà

Il Coordinatore provinciale di Sel Andrea Ornati, in una nota, annuncia la designazione provvisoria a coordinatore della riviera di Diego Denevi. Leggi tutto
Sinistra Ecologia Libertà
Come cittadini assitiamo allibiti ai comportamenti di personalità istituzionali responsabili di aver compromesso seriamente quella coesione sociale e civile necessaria per un complesso progetto di sviluppo, di lavoro e di… Leggi tutto
Sinistra Ecologia Libertà

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa