Primarie a Santo Stefano Magra, Battistini (M5S): "Uno smacco per l'ala paitiana - mazzantiana che lancia nuove ombre sul risultato del Congresso Provinciale" In evidenza

Le primarie del Partito Democratico viste dall'esterno del PD: ecco il commento, affidato ad un post facebook, di Francesco Battistini, portavoce in Regione Liguria del Movimento Cinque Stelle.

Lunedì, 11 Aprile 2016 14:03

 

"Essere divisi in due fazioni separate da un solco di odio;
essersi quasi presi a schiaffoni durante lo spoglio;
accusarsi di brogli a vicenda;
voler impedire a liberi cittadini di votare;
intimidire continuamente con strani pizzini.
Insomma, davvero un buon modo per iniziare la vera Campagna Elettorale e per dimostrare di essere in grado di governare un Comune che ha molti problemi da risolvere!
Complimenti a questo "partito di governo"!!!


Oggi il Partito Democratico che da decenni governa il Comune di Santo Stefano, con pessimi risultati, pur con sempre nuove speranze di rinnovamento interno che a nient'altro son servite se non ad alimentare continue false speranza di cambiamento, è spaccato letteralmente in due:
da una parte i fans della Messora, la Paitiana-Mazzantiana sconfitta, e dall'altra i fans della Sisti, di area Sinistra Dem.
A noi delle loro beghe interne poco ci interessa.


L'analisi su queste Primarie, invece, ci lancia spunti interessanti:

1. Il dubbio della presa in giro generale vista la strana affluenza ai seggi, se confrontata con i numeri dei sostenitori PD alle ultime Elezioni Regionali:
31 Maggio 2015, Elezioni Regionali - Voti PD a Santo Stefano di Magra: 1.206
10 Aprile 2016, Primarie PD per le amministrative a Santo Stefano di Magra: 2.251

2. Il dubbio dell'imbroglio, gridato dalle stesse parti in gioco, su una competizione elettorale interna ed il continuo tentativo di screditare l'avversario, lanciano qualche problema sulla questione morale di un partito che ormai non può più definirsi forza di governo, visto che la caratteristica principale che dovrebbe avere, tale forza, per governare, dovrebbe essere:
- Integrità morale al di sopra di ogni sospetto;
- Capacità di unire e non di dividere un paese;
- Capacità di fare sintesi e di mediare per trovare una posizione condivisa;
- Capacità di dialogare senza esasperare i toni;
- Capacità di aprirsi alla partecipazione dei cittadini rispettando le regole;
- Rispettare la democrazia, il voto e i risultati delle urne

3. Che la candidata renziana, paitiana, cavarriana, mazzantiana e simbolo dell'attuale classe dirigente e decisionista del Partito, nonché grande favorita, ha perso. Segno, questo, di quanto ormai sia distante dalla base, dal popolo e dal territorio chi detiene la leve del potere interno al Partito Democratico.
Uno smacco incredibile e che nuovamente lancia molte ombre se lo si rapporta al risultato di un Congresso Provinciale che ha visto la candidata renziana imporsi di forza e di prepotenza sullo sfidante della Sinistra Dem ottenendo una vittoria schiacciante proprio qui, in Val di Magra... dove oggi, la corrente Renzi-Paita, miseramente, a pochi giorni di distanza, ha perso!

4. Che Mazzanti e la sua Giunta hanno prodotto un vero disastro amministrativo che ha prodotto un contrasto ed una sfiducia forte del territorio nella figura del Sindaco e nell'istituzione Comune.

5. Che il modello Paita, e di conseguenza il modello Renzi, laddove si confronta col popolo perde.

6. Che, se non intervengono i garanti del PD, perché il rischio c'è ed è reale, noi, da questa sera, avremo un avversario da battere alle prossime amministrative.
Non sarà facile ma ci proveremo con tutte le nostre forze e soprattutto con un grande carico di rispetto e di correttezza. Insomma, saremo li, a viso aperto, per cambiare davvero, questa volta, Santo Stefano!"

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Alla Liguria serve una cura del ferro". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il punto sull'attività degli ultimi anni e sull'impegno quotidiano dei militari. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa