Segreteria provinciale PD, Giannarelli: "A Santo Stefano nessuna maggioranza bulgara per Pecunia. La Sinistra Dem c'è ed in ottima salute ed è pronta per le primarie a sostegno di Sisti" In evidenza

Riceviamo e pubblichiamo il commento di Gionni Giannarelli sui risultati nel circolo di Santo Stefano Magra del confronto tra Federico Barli e Federica Pecunia.

Lunedì, 04 Aprile 2016 19:38

"Ieri a Santo Stefano Magra si è consumato, in un clima piuttosto teso, il Congresso Provinciale per eleggere il Segretario del Partito Democratico. Leggere il giorno dopo della presunta "vittoria schiacciante" della Pecunia su Barli è l'ennesima mistificazione della realtà che Mazzanti, Messora, Colombo & company vogliono dare della situazione del PD santostefanese. Se i lettori avessero visto le loro facce, ieri sera, si sarebbero resi conto che tanto contenti non erano! Assistere, nell'ultima ora, una volta resisi conto di quanti dei loro "fedeli" tesserati non fossero ancora venuti a votare, alle loro telefonate febbrili e alle macchinate di persone andate a prendere all'ultimo momento, anche quando mancava un solo minuto alle 19, è stato a dir poco imbarazzante.

Per non parlare del dibattito, al quale hanno partecipato forse neanche trenta iscritti, di cui quasi tutti appartenenti al direttivo, un sintomo preoccupante ma prevedibile, dato che in questi anni di circolo PD guidato da Colombo gli iscritti non sono quasi mai stati interpellati, ricalcando le modalità dell'Amministrazione attuale, che non ha, secondo noi, fatto partecipare la cittadinanza a scelte fondamentali come quelle relative alla cava della Brina e alla ex Vaccari.

Dopo una rincorsa al tesseramento conclusosi il 31 gennaio scorso, che ha raggiunto come al solito numeri non corrispondenti a una reale partecipazione, ieri il risultato che ne è uscito è di nuovo di un Partito spaccato in due: i sostenitori di Barli (i cui tesserati hanno quasi tutti partecipato alla votazione, e spontaneamente) portano a casa 7 delegati, quelli della Pecunia 10. Maggioranza, sì, ma non bulgara come è successo nel resto della Val di Magra – soprattutto a Sarzana. Questo è un segnale che ci dimostra come la Sinistra Dem di S. Stefano ci sia, goda di buona salute e sia pronta a correre la tappa finale per tagliare il traguardo della vittoria delle Primarie in favore di Paola Sisti.

Anche in quest'occasione si è voluto tentare un braccio di ferro all'interno del Partito; fortunatamente, domenica prossima saranno non solo gli iscritti a votare, ma tutti i cittadini di Santo Stefano. Sono sicuro che sceglieranno la migliore candidata non solo per competenza e professionalità, ma anche per correttezza, generosità e lungimiranza politica: Paola Sisti!"

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Impiegate tutte le forze dell'ordine e la Capitaneria di Porto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Il Levanto ha un nuovo Direttore Generale

Lunedì, 06 Luglio 2020 19:11 calcio
Le sue prime dichiarazioni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa