Francesco Ponzanelli candidato con la lista civica Per Santo Stefano Magra In evidenza

"Ho deciso di rompere gli indugi dopo aver avuto una serie di riscontri molto positivi sulla necessità di iniziare un nuovo percorso amministrativo legato alla creazione di nuovo governo della nostra comunità": così Francesco Ponzanelli ufficializza la sua candidatura con la lista civica Per Santo Stefano Magra. 

Sabato, 02 Aprile 2016 09:39


"A Santo Stefano soffia una forte aria di cambiamento e le schermaglie al veleno interne al PD ne sono un chiaro e limpido segnale: la lotta per il potere sta mostrando la sua parte peggiore ai cittadini.
Ritengo sia il momento di creare una forte discontinuità con il governo del passato: idee nuove e volti nuovi in Consiglio Comunale.
Nuove competenze e maggior attenzione per i problemi giornalieri: "prometti poco e realizza tanto".
Questo il nostro approccio all'elettore che ha la volontà di ascoltarci.
In questo Comune alle ultime elezioni comunali ci sono stati ben 4.000 cittadini che non hanno votato, noi intendiamo capire il perché, siamo pronti ad aprire con loro un confronto diretto volto alla possibilità di riportali alle urne con una nuova speranza legata alle loro legittime aspettative.
Abbiamo pensato, insieme alle amiche ed agli amici, che faranno parte della nostra lista, che solo aprendoci in maniera completa al rapporto con i cittadini e creando dei confronti interattivi si può realizzare qualcosa di molto importante per la nostra comunità.
La politica non può solo ascoltare, ma deve essere in grado, in una realtà come la nostra, di rispondere con coerenza, svincolata da quelle scelte che troppo spesso sono legate all'appartenenza ad un partito.
Da qui la scelta di una lista civica che raccolga in sè idee, progetti e perché no anche speranze.
Le molte speranze dei giovani che cercano un posto di lavoro, delle famiglie che faticano nella quotidianità della vita, degli anziani che vorrebbero più attenzione per la loro serenità.
Per questo il nostro obiettivo primario, scaturito dalle molte richieste avanzate da coloro che ci sono vicini, è il lavoro.
Noi punteremo molte delle nostre energie e delle risorse a disposizione su questo argomento .
Sappiamo delle reali possibilità di sviluppo delle nostra aree legate alla retroportualità.

Da sempre ci siamo battuti e continuiamo a batterci perché ben consapevoli di ciò che da esse può scaturire in termini di sviluppo ed occupazione. . . scarse,di basso profilo e soprattutto postume le proposte del PD locale.
E'stato lontano, in questi 5 anni, dal fornire risposte chiare e convincenti ma molto più interessato a progetti culturali, vedi il Progetto Nova nella ex-ceramica Vaccari,che sta lasciando strascichi pesantissimi sulle finanze comunali senza la creazione di alcun posto di lavoro.
Abbiamo sempre a mente l'enorme problema della viabilità ed abbiamo proposto scelte di attenzione per i cittadini che non hanno mai avuto riscontro alcuno, tanto che il numero degli incidenti ai pedoni è spaventosamente aumentato. Anche nell'ultimo Consiglio Comunale, il sindaco Mazzanti ci ha detto che chiederà l'intervento del Ministro Del Rio, indice questo della sua scarsa capacità nel gestire gli interessi della comunità.

Sappiamo bene cosa può interessare al Ministro dei nostri problemi della viabilità lungo la Via Cisa, considerati gli enormi problemi di questo Governo legati alle infrastrutture.
Le soluzioni ci sono, costano poco ma occorre lavorarci e non accorgersene a due mesi dalle elezioni, troppo comodo caro PD.
Il recupero urbanistico del Borgo e delle sue frazioni sarà parte integrante del lavoro dell'Assessore ai Lavori Pubblici e di un pool di Consiglieri Comunali seguiranno giornalmente queste problematiche, non intendiamo far passare altri 10 anni prima di risolvere i problemi quotidiani delle nostre vie e dei nostri borghi.
Che intendiamo valorizzare anche nella parte legata alle tradizioni ed al buon vivere.
L'aumento del livello di qualità della vita presuppone scelte importanti a livello ambientale: la messa in discussione dell'Impianto di Saliceti con un intervento a livello legale del Comune contro l'impianto stesso per eliminarne la struttura e utilizzarla per altri scopi. Il monitoraggio totale delle aree adiacenti al fiume Magra e la loro bonifica tramite il recupero ambientale legato alla creazioni di aree di ripopolamento di flora e fauna in collaborazione con il Parco Montemarcello Magra.
Questi sono solo alcune linee generali del nostro programma che avremo modo di sviluppare durante gli incontri con la popolazione nel periodo delle elezioni".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(3 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Per iniziare è consigliabile seguire i consigli di professionisti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa