Forcieri, Costa e Bugliani si confrontano su viabilità e logistica a Santo Stefano: l'incontro lunedì 22 febbraio, organizzato dall'Associazione Da Porta Nord alla Brina In evidenza

Lunedi 22 Febbraio alle ore 21.00, a Santo Stefano di Magra, presso il Ristorante Il Contado, si terrà l'incontro organizzato dall'Associazione "Da Porta Nord alla Brina" e che vedrà la partecipazione del Consigliere Regionale Toscano Giacomo Bugliani, del Consigliere Regionale Ligure Andrea Costa e del Presidente dell'Autorità Portuale Lorenzo Forcieri.

Lunedì, 22 Febbraio 2016 09:42

"I temi che verranno trattati, anche sotto il profilo tecnico, sono temi attuali e concreti nel contesto territoriale di Santo Stefano: la viabilità locale e la logistica" - spiega Paola Lazzoni, Associazione Da Porta Nord alla Brina, che prosegue: "E' evidente che entrambe le questioni vanno lette ed interpretate in una dimensione più ampia ed interregionale; Santo Stefano è da sempre un crocevia posto al confine tra la Liguria e la Toscana e da sempre subisce il peso di scelte provenienti da lontano e comunque maturate in un contesto che esula dalla propria discrezionalità. Da anni si dibatte di grandi opere ed interventi: Variante alla SS Aurelia, il ponte di collegamento Ceparana- Santo Stefano, interventi sulla Ripa, ampliamenti del numero dei caselli autostradali e chi più ne ha più ne metta. Però, di fatto, ci troviamo in una situazione di "stallo", ove è stata sufficiente la chiusura obbligata di una strada provinciale, la Ripa, per aggravare il flusso veicolare, già ampio e sacrificante, che attraversa Santo Stefano nella direzione delle due province, La Spezia e Massa Carrara. E le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: code interminabili, smog, incidenti stradali, moltiplicazione degli investimenti pedonali".


Paola Lazzoni si chiede: "Quali interventi intende adottare la Regione Liguria in proposito? E come si colloca nei rapporti con i vicini di casa ad Aulla, Albiano Magra, la Lunigiana? Riteniamo che possano avere un ruolo decisivo, anche sotto il profilo infrastrutturale, la riorganizzazione e la semplificazione del sistema portuale recentemente approvate dal Consiglio dei Ministri e che vede La Spezia sede dell'Autorita' di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale con accorpamento di Carrara. A questo proposito, è lecito chiedersi quale sarà l'impatto del nuovo modello di governance su sistema logistico ed infrastrutturale che attraversa il nostro territorio e quali benefici in termini occupazionali ne conseguiranno".

 


Infini l'invito dell'Associazione Da Porta Nord alla Brina a partecipare all'incontro, anche con loro quesiti e riflessioni: "Questi e molti altri i temi ed i quesiti che verranno posti agli ospiti, con auspicio di un'ampia frequentazione da parte della popolazione cui si chiede di partecipare per sottoporre, insieme a noi, i propri timori oltrechè le idee per un territorio più sicuro e vivibile".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Prosegue il botta risposta tra il presidente della Provincia e la consigliera Nobili. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

82enne disperso a Varese Ligure

Martedì, 07 Luglio 2020 18:57 cronaca-val-di-vara
Di lui non si hanno notizie da ieri pomeriggio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa