Paita: “Toti penalizza chi non lo ha votato”. Il Pd torna a parlare della Ripa e della bretella Santo Stefano-Ceparana In evidenza

di Doris Fresco -Una conferenza stampa convocata questa mattina per riportare l'attenzione su un tema caldo della cronaca spezzina e su cui, secondo il coordinamento provinciale del PD, bisogna fare chiarezza. Hanno scelto questa strada i consiglieri regionali di opposizione Raffaella Paita, Juri Michelucci e i loro sostenitori.

Martedì, 15 Settembre 2015 17:05

 

Secondo il coordinamento provinciale del PD, la riapertura della Ripa e una presa di posizione chiara da parte della regione Liguria sulla bretella che potrebbe collegare Santo Stefano a Ceparana sono argomenti su cui i riflettori devono rimanere puntati. "Noi qui rappresentiamo i comuni, le istituzioni, ma anche tutti i singoli cittadini che ogni giorno vivono il disagio di una strada chiusa e pretendono chiarezza". Parole precise, con cui Carola Baruzzo, assessore del comune di Ortonovo, apre la conferenza stampa e a cui si ricollegano di volta in volta gli altri del partito. "Siamo qui tutti uniti e chiediamo, con unica voce, che la regione si faccia carico dei problemi legati alla viabilità spezzina".

Tre argomenti principalmente toccati e che - precisano tutti - devono rimanere diversi, ma complementari: la riapertura della Ripa, la realizzazione della bretella e una puntuale analisi delle possibili soluzioni per sanare definitivamente i problemi legati alla strada provinciale 31.
"Il problema non riguarda esclusivamente la nostra provincia - commenta Fiorenzo Abruzzo, sindaco di Vezzano Ligure -, ma si ripercuote anche su tutto il territorio limitrofo. È per questo che dalla regione devono farsi sentire e dare spiegazioni sulle scelte che intendono pretendere parlando della viabilità alla Spezia".

Il traffico si intasa regolarmente ed è evidente quanto è necessario un forte intervento strutturale. La strada provinciale 31 è uno snodo importantissimo perché collega il capoluogo con la Val di Vara e non si può più andare avanti chiudendo e riaprendo la Ripa, tamponando le emergenze spendendo risorse senza garanzie sul futuro: "Il progetto di costruzione di una nuova corsia più a valle deve ovviamente andare avanti, così come devono andare avanti tutti gli studi sulla definitiva messa in sicurezza della strada e i monitoraggi devono essere puntuali e precisi, ma è necessario anche esprimersi sul progetto della bretella Santo Stefano - Ceparana, perché la viabilità spezzina deve essere considerata nel suo complesso. Anche perché costruire questa arteria significherebbe alleggerire il traffico che ogni giorno si concentra sulla Ripa".

Dello stesso avviso anche gli esponenti del PD del comune di Riccò del Golfo. Spiega Giacomo Cappiello, consigliere di minoranza a Riccò: "Potrebbe sembrare che l'argomento non ci interessi personalmente, ma crediamo debba riguardare tutta la provincia, perché circa ventimila auto transitano dalla Ripa ogni giorno e la regione deve prendere atto che servono risposte chiare sulla direzione da prendere e sui finanziamenti che servono per lavorare sul progetto unico di viabilità spezzina. Vogliamo far capire a Toti che se l'amministrazione regionale cambia colore non significa che i progetti debbano essere gettati via o rinchiusi nei cassetti: il collegamento Santo Stefano - Ceparana è ormai indispensabile e su questo si deve lavorare: intercettare le risorse e non perdere i fondi".

Molto più dure le parole scelte da Raffaella Paita per attaccare il suo antagonista, definendo l'intera situazione "Furto da 9 milioni di euro", sommando agli 8 milioni di fondi Fas per la bretella un altro milione che toccherebbe al comune di Arcola per il secondo lotto di argini e per il progetto dell'Aurelia bis, perché, come ricordato anche dal sindaco Emiliana Orlandi, "anche gli interventi su Arcola rientrano nel progetto organico della viabilità provinciale".

Conclude Raffaella Paita: "Abbiamo convocato questa conferenza stampa per dimostrare la nostra intenzione di parlare con una voce unica, per difendere e supportare Massimo Federici per la riapertura della Ripa. Abbiamo molta fiducia, ma abbiamo anche paura che gli interventi predisposti risultino solo tamponamenti e che si debba tornare a intervenire per sanare situazioni di emergenza nel corso dell'inverno. Stiamo unendo le nostre forze parlando sia di Ripa che di bretella non mettendo i due progetti in alternativa uno all'altro, ma perché entrambi devono essere inseriti in una visione d'insieme della viabilità della Spezia. Toti e Giampedrone avrebbero potuto utilizzare questi tre mesi per accelerare il progetto e verificare le varie opzioni per il finanziamento: avrebbero potuto lavorare per salvare il progetto e trovare alternative per i finanziamenti, ma credo che non l'abbiano fatto per semplici questioni politiche".

Secondo la Paita, i tagli avvenuti ai danni delle infrastrutture nella nostra provincia e l'esclusione dai fondi Fas (bretella Ceparana – Santo Stefano e progetti su Arcola) sono dipesi da scelte politiche e scarsa lungimiranza: "Questi comuni non hanno sostenuto e votato Toti e credo siano stati puniti per questo. Ora Toti deve risponderci chiaramente e far capire se ha la voglia e le capacità di inserire queste opere nel Fas perché manca ancora la delibera e lui potrebbe ancora intervenire". (15 settembre)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I primi cittadini, tutti di area centrosinistra, si rivolgono ai vertici di Asl 5 e Alisa denunciando "una fragilità assoluta della comunicazione" fino ad oggi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Nel mirino delle Fiamme Gialle una farmacia, una parafarmacia e un ferramenta. Ma ci sono anche i casi virtuosi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa