Da Porta Nord alla Brina: “La Messora è nervosa, risponda ai cittadini” In evidenza

Intervento dell'associazione Da Porta Nord alla Brina - In relazione al comunicato datato 11 settembre (qui), non possiamo non osservare che il nervosismo che traspare dalle affermazioni del Vice Sindaco Messora conferma la fondatezza dei dubbi sollevati.

Lunedì, 14 Settembre 2015 16:39

Come in ogni occasione, il contributo che l'associazione voleva fornire alla discussione su un progetto di rilancio di una fetta importante del territorio, mai condiviso nei suoi intenti con i cittadini, è stato percepito come un attacco meritevole di risposta frontale non solo verso un associazione attiva sul territorio ed alimentata dalla voglia di partecipazione di decine di cittadini ma soprattutto contro una persona in particolare, nello specifico l'ex assessore Lazzoni, colpevole di avere avuto il coraggio di dismettere un mandato dai contenuti opachi e di far parte della predetta Associazione.

Oggi, non compete certo all'Associazione o all'ex assessore Lazzoni fornire risposte alternative all'attuale dislocazione degli uffici, visto che chi attualmente amministra non ha avuto l'accortezza di chiederne il pensiero quando ne aveva il dovere ma resta fermo il pensiero per cui la necessità di procedere alla ristrutturazione del palazzo comunale, che non è mai stata messa in discussione, non possa giustificare l'assenza di funzionalità e la dispendiosità delle soluzioni attuali.

Pensare di avallare operazioni come lo spostamento della Biblioteca nell'ex area Vaccari con un servizio, quale il sostegno al recupero per le elementari, denota poca sensibilità verso chi ha dovuto beneficiare di analogo servizio anche in Piazza della Pace, oltreché limitatezza di visione programmatica nel momento in cui le scelte successive e le ricadute, quali la bonifica dell'intera area, vengono rimesse alle amministrazioni che verranno.

Un buon amministratore dovrebbe sempre porsi l'obiettivo di non lasciare spazi ambigui  rispetto al futuro del territorio attraverso una programmazione di ampio respiro e priva di ricadute pericolose per gli anni a venire; basti pensare che la somma preventivata per un'operazione di bonifica completa, che la proprietà non farà in quanto fallita, ammonta a circa un milione di euro ...

L'assessore Messora pensi a come rispondere alle legittime domande di alcuni cittadini e abbandoni l'atteggiamento di discredito nei confronti di chi, proprio per serietà, ha avuto il buon senso di porle; perché, di fatto, non ha risposto. (14 settembre)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- I controlli praticamente giornalieri fatti su tutti i tesserati permettono di tenere monitorati i casi di positività, ma è ovvio che questo campionato sarà fortemente condizionato dai… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa