Enel Distribuzione e sindacati alle strette: "Risorse operative insufficienti e gestite fuori dalle regole contrattuali" In evidenza

Intervento di sindacai e Rsu - Le sottoscritte OO.SS. Territoriali e le Rsu Aziendali con la presente denunciano la gestione precaria del personale di Enel Distribuzione della Zona di La Spezia che, per il numero esiguo di personale operativo rimasto disponibile dal 1 gennaio 2015, è utilizzato, per rispondere alle esigenze di servizio sul territorio, fuori dalle normali regole contrattuali con prestazioni straordinarie continuative che non permettono il naturale riposo fisiologico a danno della sicurezza sul lavoro. 

Mercoledì, 11 Febbraio 2015 22:28
Nonostante l'utilizzo improprio delle risorse operative, nel nostro territorio continuano i disservizi e si allungano enormemente i tempi per le riparazioni come denunciano, nelle cronache locali, i Sindaci della nostra provincia che non mancano di riconoscere ai lavoratori il grande impegno e la professionalità.

Alla richiesta d'incontro urgente formalizzata all'azienda il 29 dicembre 2104 per affrontare le gravose criticità che avrebbe creato la mancanza di personale operativo nella zona di La Spezia non ci è ancora pervenuta risposta.

Dopo 50 giorni di silenzio riteniamo indispensabile l'intervento del Prefetto di La Spezia per ripristinare le normali relazioni sindacali in un contesto così deteriorato dove l'azienda, non avendo dato corso alle previste nuove assunzioni per la realtà di La Spezia ha affidato le sue responsabilità di gestore unico del servizio elettrico a presidi vuoti e virtuali senza le imprescindibili e necessarie risorse operative.

Se al primo gennaio 2014, nonostante le riduzioni di personale effettuate in passato, il personale operativo che presidiava la zona di La Spezia contava 48 unità, dal primo gennaio 2015 sono rimaste 38 persone (una riduzione di oltre il 20%) in normale orario di lavoro, mentre il personale reperibile fuori dal normale orario è passato da 12 a 10 unità; tutto ciò in un contesto nazionale dove l'azienda si era l'impegnata a non ridurre la presenza del personale operativo.

L'attuale criticità è ancora di più accentuata per quanto riguarda la nuova unità operativa "Spezia Esterna" che si trova ad operare su un vasto e disagiato territorio dove la riduzione è stata più pesante ed ulteriormente aggravata dalla scelta aziendale di ridurre i reperibili contemporanei di quasi il 40%, che in termini assoluti significano 2/3 risorse operative destinate al presidio di tutta la Val di Vara e Riviera.

Riteniamo molto grave, che in questo contesto, l'azienda abbia ridotto deliberatamente la propria presenza utilizzando per affrontare guasti fuori regione, 4 risorse provenienti dalla zona di La Spezia in aggiunta alle 2 previste dalla Task Force, mettendo in panne il servizio nel territorio.

Il motivo della scelta nasce dalla differenza di remunerazione o di sanzione di cui l'azienda è oggetto a seconda dell'alta o bassa concentrazione di clienti del territorio nel quale si verifica il disservizio. E' assurdo che nella zona di La Spezia, oltre ad avere poche risorse operative sul territorio, la priorità di servizio, per scelta aziendale, non è quella di presidiare il territorio provinciale ma le criticità delle altre realtà regionali.

In attesa dell'incontro chiediamo all'azienda di formalizzare ai lavoratori la richiesta per le prestazioni straordinarie in modo da aver una tracciabilità certa e riconosciuta della gestione del personale.

(Paolo Musetti Filctem-Cgil, Gianfranco Puppi Flaei-Cisl, Massimo Ismari Uiltec-Uil. Le rsu aziendali: Paolo Borzani, Gianluigi Gabetti, Manrico Peonia, Stefano Zangani).

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Terremoto di magnitudo 2.4 a Tresana (MS)

Giovedì, 20 Febbraio 2020 23:02 cronaca
La scossa è stata registrata circa 30 minuti fa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa