Ex Vaccari, Ponzanelli: "Nuovo mutuo da 300mila euro e silenzi preoccupanti" In evidenza

"Dopo il mutuo di 450.000 con Banca Carige ora arriva un nuovo e pesante debito che andrà a gravare sulle finanze del Comune di Santo Stefano Magra. Infatti è stato stipulato con Cassa Depositi e Prestiti un nuovo mutuo dell'importo di ben 300.000 euro che dovrebbe servire a pagare nuovi progetti definiti "riapprovati" (quindi modificati, senza fornire alcuna spiegazione al Consiglio Comunale) inerenti opere e lavori divisi in ben 4 lotti".

Giovedì, 22 Gennaio 2015 11:21

Lo denuncia Francesco Ponzanelli, Capogruppo "Per Santo Stefano Magra".

"Siamo ad una lievitazione dei costi - prosegue - che fa rizzare i capelli e la scarsissima trasparenza sui lavori non permette assolutamente di comprendere quanto l'opera che si sta realizzando andrà a costare alla casse comunali e soprattutto alle tasche dei cittadini.

Ricordiamo i denari investiti precedentemente nell'opera: 1) 500.000 euro di fondi Fas della Regione 2)450.000 euro mutuo Comune 3) 250.000ceuro fondi stanziati dal Comune.

Senza poi contare che prima di fare tutti questi investimenti l'area andava messa nelle condizioni di sicurezza generali in cui non solo non è mai stata posta ma su cui il Sindaco e l'Assessore all'Ambiente avevano garantito che i problemi erano minimi e rapidamente risolvibili.

Ora basta legge la Determina dell'Area Ambiente(N°322/2014) per comprendere che, così si scrive: "..l'analisi del rischio sanitario-ambientale approvato ha mostrato come le concentrazioni di alcuni contaminanti siano da considerarsi rischiose sia per lo scenario ambientale che per un'eventuale scenario residenziale dell'area..";

Ad oggi dopo aver doverosamente segnalato tutte queste anomalie che erano già presenti in documenti precedenti consegnateci dagli Uffici Comunali, prendiamo atto che essendo il fine lavori della bonifica datato 3 gennaio 2015, nessuno si è preoccupato di effettuare le dovute informative ai Consiglieri Comunali che hanno segnalato il pericolo, se i lavori sono conclusi o no e se tutte le prescrizioni della bonifica sono state rispettate. Silenzio molto colpevole di chi, con compiti di legge precisi, dovrebbe occuparsi dei problemi del territorio e della salute dei cittadini e che invece continua a latitare per manifesta incapacità e scarsissimo senso dell'azione amministrativa".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Doris Fresco - Piazza Europa già attrezzata per ospitare un ricco calendario di eventi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Si era reso responsabile di due rapine commesse nel modenese a due donne alla quali aveva tentato di rubare le chiavi delle loro auto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa