Ponzanelli contro il ponte S. Stefano-Ceparana: "Ennesima passerella del PD"

"Siamo alle solite e a definirne la cosa con un po' di ironia verrebbe da dire che da qui al 2017 ne ha da passare di acqua sotto i ponti, ma essendo nella cruda realtà delle problematiche inerenti anni di menefreghismo verso un territorio che non ha mai acquisito un vero senso delle infrastrutture di servizio, la cosa mi fa molto arrabbiare".

Lunedì, 27 Ottobre 2014 15:51

Al consigliere comunale di S. Stefano Francesco Ponzanelli il progetto del ponte S. Stefano-Ceparana proprio non piace.

 

"Ci troviamo di fronte infatti all'ennesima passerella elettorale del PD locale, - incalza l'esponente del centrodestra - che alla egual maniera del Presidente del Consiglio, Renzi, promette opere che hanno date di scadenza così lontane che rischiano chiaramente di non essere mai viste iniziare, non dico terminare, si badi bene, dico iniziare.

Perché venire su un territorio quando l'opera deve ancora passare la VAS e non c'è alcuna certezza di acquisire il finanziamento FAS ? Mettersi poi a sbandierare la sua ultimazione con data certa, è certo segno, oltre che di scarsa intelligenza politica, di chiara mistificazione verso l'intelligenza dei cittadini dei nostri territori. Cittadini che ancora si stanno domandando come sia possibile dare per certo ciò che, era chiarissimo anche in alcune parti dell'intervento dell'Assessore Regionale Paita, aveva dietro di se una serie troppo ampia di incertezze.

I suoi supporter locali, organizzatori dell'evento, nonché sindaci di Vezzano, Bolano e Santo Stefano Magra sono anche i suoi maggiori "fan" politici per le primarie che, non si sa ancora quando, si andranno a svolgere per la scelta del candidato Presidente della Regione Liguria, ed allora ecco il teatrino ed i teatranti, inutili protagonisti di una ancor più squallida commedia legata ad una campagna elettorale che sono certo, non vedrà più la Paita come candidato alla Presidenza della Regione Liguria.

Fa oltremodo pena questa "politica da baraccone del tre palle un soldo" che pretende, solo al fine di rilanciare un po' l'immagine, molto annacquata, del candidato alle primarie per la Presidenza della Regione Liguria, di raccontare l'ennesima favola che va avanti da quarant'anni e che ad ogni battito di nuova tenzone elettorale, fuoriesce dal cilindro per poi rientrarvi silenziosamente ad elezioni avvenute.

I cittadini sono stufi di queste passerelle inutili quanto spesso foriere di proclami che lasciano tutto come prima senza dare dati certi e puntuali ma continuando a promettere cose che ancora oggi devono terminare l'iter burocratico minimo per poter essere messe nella condizione di essere approvate, per non parlare poi di quella parte di finanziamento (Fondi FAS) che non si sa nemmeno se potrà essere acquisito".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Pastorino: "Il suo atteggiamento fa solo male alla Liguria". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa