Lettera/ Ridimensionare il "Teseo Tesei"? Duro colpo per Le Grazie In evidenza

Negli ultimi giorni è notizia comune l'ipotesi del trasferimento di una parte della struttura del Comando Subacquei ed Incursori "Teseo Tesei" verso una nuova collocazione operativa e quindi verso una nuova sede ben lontana dall'attuale base militare del Varignano nel borgo portovenerese delle Grazie. 

Giovedì, 02 Ottobre 2014 09:44
Mettendo da parte voci o illazioni su fatti goliardici o presunti tali, che in questo ragionamento non hanno ad essere presi in considerazione, il fatto che esista l'ipotesi di trasferire un intero reparto operativo delle forze speciali della Marina Militare che oggi ha casa nel nostro territorio è un fatto ben più concreto e preoccupante. Non si tratterebbe, almeno a dare il giusto credito alle insistenti notizie circolate, di qualche dipendente della struttura militare, ma bensì di un intero organico che necessariamente coinvolgerebbe anche personale del settore logistico ed amministrativo. Una stima pari a decine di famiglie e, sicuramente, un centinaio o più di militari.

Inutile dire che questo fatto graverebbe in modo decisivo e drammatico sul tessuto economico e sociale del borgo delle Grazie e, di riflesso, dell'intera area circostante.

Senza voler entrare nella sfera dell'autonomia delle Forze Armate è comunque necessario ricordare che lo spostamento di un simile reparto, con i numeri sopracitati, equivale alla chiusura drastica di un'azienda di dimensioni medio grandi, ovvero al taglio netto di ricadute sul tessuto economico della frazione, dirette che indirette, ed al depauperamento delle struttura sociale (a solo titolo di esempio vi è la questione delle scuole locali che perderebbero decine di alunni sino a dover modificare lo standard e la struttura delle classi, ma, fatto più grave, ciò porterebbe ad avere un numero di iscritti insufficiente a garantire l'autonomia scolastica).

Oltre a questo si deve poi rammentare il legame storico e culturale che intercorre tra il reparto "Teseo Tesei" e la comunità delle Grazie, legame importante che ha garantito lo sviluppo di entrambi.

Ritengo sia necessario che l'amministrazione comunale, ed in prima istanza il Sindaco, si faccia immediato carico di prendere contatto con i vertici nazionali della Forza Armata e con il Ministro della Difesa per comprendere la reale natura di questa situazione e, nel caso di una conferma dell'intento di smembramento, si faccia pubblicamente portavoce del pensiero dei propri residenti e degli operatori commerciali, anche interessando subito il Consiglio Comunale affinché discuta del fatto e promuova un chiaro ed urgente ordine del giorno.

Ovviamente saremmo ben contenti se questa notizia risultasse prima di ogni fondamento e se la struttura del ComSubIn restasse un esempio di integrazione con il territorio.

(Mariano Alberto Vignali, operatore commerciale delle Grazie e vicepresidente Consiglio di Istituto scolastico)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Arredare casa con delle tende moderne

Sabato, 31 Ottobre 2020 06:41 economia
Le tende sono un elemento d’arredo molto importante, sia sul piano estetico che funzionale. Esistono varie tipologie di tenda, in base ai propri gusti, alla dimensione e tipologie delle finestre,… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Come conoscere al meglio gli pneumatici invernali. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa