Morgillo (Forza Italia) contro nuova sede uffici Asl: "In ZTL e senza parcheggi per disabili"

Il vicepresidente del Consiglio regionale, Luigi Morgillo (FI) contesta la decisione dell'Asl 5 spezzina di trasferire gli uffici amministrativi nel palazzo situato nel centro cittadino, in via Fazio: «E' una vera follia, dopo l'intento di acquistare un appartamento in centro, che spero di aver stoppato con le mie proteste».

Mercoledì, 03 Settembre 2014 15:22
Il consigliere regionale questa mattina ha presentato un'interrogazione alla giunta relativa al "trasloco" per mettere in evidenza l'inadeguatezza della scelta. «In primo luogo bisogna tener conto della scarsa accessibilità dei nuovi uffici amministrativi da parte di tutti, disabili e non – spiega Morgillo – Infatti il palazzo si trova in pieno centro cittadino, in una zona ztl e sprovvista di parcheggi. Gli unici disponibili sono questi riservati ai dirigenti, situati nei pressi dell'edificio». «I disagi più gravi – sottolinea il consigliere – sono quelli che dovranno sopportare i disabili, sia utenti che dipendenti della Asl: una volta ultimato il trasloco, infatti, gli uffici saranno dislocati su più piani. Inoltre non ci sono parcheggi liberi e, soprattutto, non ce ne sono riservati ai disabili. Una volta arrivato al portone di ingresso dell'edificio, dopo aver faticato non poco, per chi ha difficoltà motorie inizia un vero calvario; un cittadino costretto sulla carrozzina mi ha raccontato, infatti, di avere tentato, invano, di raggiungere i piani superiori dell'edificio, dove troveranno posto gli uffici». Morgillo racconta nel dettaglio: «Il disabile sulla carrozzina, senza l'aiuto di un accompagnatore, difficilmente riesce a suonare il campanello e a spingere il pesante portone di ingresso. E, se ci riesce, si trova di fronte una lunga rampa di scale, al lato della quale c'è un montacarichi per le carrozzine che porta alla fine della rampa stessa. In seguito il disabile deve accedere ad un ascensore molto stretto, dove ha difficoltà ad entrare: è addirittura impossibile accedere con una carrozzina elettrica perché è troppo grossa». E, sottolinea il consigliere, «se il disabile non è in carrozzina ma ha comunque difficoltà motorie, non può risalire la prima rampa di scale, e non ci sono gli spazi sufficienti per installare un secondo montacarichi». Conclude Morgillo: «Mi pare chiaro che ben difficilmente si possano eliminare disagi e barriere architettoniche. Spero, quindi, che Asl e Regione rivedano questa decisione, come mi pare si stia facendo per la precedente scelta di acquistare un appartamento nel centro cittadino».

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Forza Italia

L'intervento del capogruppo di Forza Italia Fabio Cenerini. Leggi tutto
Forza Italia
"Scontro" tra La Spezia e Lerici dopo la richiesta di dimissioni dell'assessore spezzino Asti avanzata dal primo cittadino di Lerici. Leggi tutto
Forza Italia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa