S. Stefano, Ponzanelli e Grimaldi di nuovo insieme: "Controlliamo chi governa. Spesso violate regole democrazia"

Importante ritorno nel gruppo consiliare "Per Santo Stefano Magra" da parte del Consigliere Emiliano Grimaldi, che lascia il gruppo Misto.

Martedì, 15 Luglio 2014 10:54

"Il rientro di Emiliano Grimaldi - spiega il capogruppo Francesco Ponzanelli, che recentemente ha lasciato Forza Italia - è un punto importantissimo nella futura azione politica del gruppo consiliare che presiedo. La possibilità di poter condividere con lui le numerose iniziative di verifica dell'azione amministrativa di chi governa il nostro Comune, ci permetterà di dimostrare ai nostri concittadini quanto occorra sia modificata l'azione di governo di questa maggioranza, che sempre di più si allontana dai bisogni della gente, indirizzando denari ed interventi su scelte politico-amministrative assolutamente inutili allo sviluppo della nostra comunità. Lo sperpero di denaro verso il recupero di una parte della ex-Vaccari, senza la creazione di alcun posto di lavoro, le società partecipate costate decine di migliaia di euro all'anno e che non hanno prodotto nulla di positivo per lo sviluppo del territorio, il mancato sviluppo delle aree retro-portuali, il fallimento di Spedia di cui il Comune di santo Stefano è il primo azionista, insomma uno sfacelo amministrativo che va avanti da anni, spesso tra l'indifferenza di molti enti che dovrebbero essere molto più attivi nel controllo della cosa pubblica". All'attaco anche il rientrante Grimaldi: "Lo sconcerto che nasce nella lettura di certe delibere è sempre più forte, la commistione tra pubblico e privato, senza che la parte pubblica abbia la giusta corrispondenza in termini di benefici per la comunità, sta diventando sempre più evidente. Il ricorrere a modifiche continue senza risolvere il problema alla radice è sinonimo di grande pressapochismo e di scarsissimo interesse per un concreto sviluppo dell'economia locale". "Sono certo che insieme a Grimaldi - prosegue Ponzanelli - riusciremo ad avviare concretamente una forte azione di conoscenza, verso i cittadini, in maniera che la popolazione scopra l'enorme sperpero di denaro pubblico, spesso senza controllo, che la maggioranza che governa il nostro Comune ha avviato in questi anni". Ancora Grimaldi: "Una battaglia che sta vedendo forte partecipazione anche dei cittadini stessi, cittadini che già in più di un'occasione si sono fatti protagonisti di importanti segnalazioni alla stampa ed ai consiglieri di opposizione, si veda la problematica di piazza Garibaldi, le notevoli problematiche sulla raccolta dei rifiuti o della rotonda di Madonnetta lasciata nel totale abbandono. In una comunità dove l'opposizione funziona, anche chi governa deve essere più attento a come lo fa, soprattutto nella trasparenza, e nel rispetto delle regole della democrazia, che da queste parti spesso è violata in maniera palese".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

In Liguria in totale soltanto 3 pazienti si trovano in terapia intensiva. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L'intervento del coordinatore provinciale dei Cobas Luca Simoni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa