Rems Calice, la minoranza risponde al comitato del no

In riferimento al comunicato apparso sul vostro portale riguardante il REMS che dovrebbe costituirsi in Santa Maria di Calice al Cornoviglio, la minoranza uscente del comune di Calice, citata dai promotori del comitato (Link), risponde alle domande poste. 

Martedì, 13 Maggio 2014 15:04
"Premesso che, al momento della notizia della possibile apertura a Calice della residenza abbiamo effettuato una manifestazione di protesta - così Alessandra Cacciavillani - con striscioni e comunicati ai giornali in occasione di una visita del Presidente regionale Burlando, vorremmo precisare che di tale comitato non si è presentato nessuno a sostenerla. Per capire la nostra attuale posizione occorre però fare un passo indietro. Nel corso del 2011, come minoranza, abbiamo convocato una riunione con la presidentessa del CIF (comitato italiano femminile, proprietario dello stabile) per valutare insieme a lei un nostro progetto di residenza per anziani. Ci eravamo anche premurati di trovare un investitore ed eravamo in grado di proporre un piano finanziario che dimostrasse la fattibilità del progetto. In quel momento era ancora in essere un contratto di affitto della struttura ad un ente religioso che scadeva il 31/12/2012 e la presidentessa del CIF ci ha comunicato che stavano valutando altre proposte. Di loro iniziativa, successivamente, hanno accettato la proposta del Ministero della salute e del Ministero della giustizia e proprio in questi giorni si è perfezionata la cessione della struttura con la finalità della realizzazione del REM. Per quanto riguarda la valutazione del luogo, rendiamo noto ai promotori del comitato che i posti valutati a suo tempo, sono stati due: uno in provincia di Imperia e uno in provincia della Spezia, considerati idonei dal ministero di giustizia e da quello della salute. La struttura è stata poi offerta da Burlando tramite l'assessore alla sanità in concerto con i proprietari Centro Italiano Femminile. Nel nostro incontro con l'assessore regionale alla sanità Montaldo, ci sono state date ampie garanzia della sicurezza della struttura, della permanenza e del rafforzamento della caserma dei carabinieri, e di tutti i servizi quali l'ufficio postale e lo sportello bancario. Inoltre ci è stato illustrato l'utilizzo dei finanziamenti per le infrastrutture che avranno ricaduta sulla viabilità, sulle sedi di croce rossa e protezione civile, e infine la realizzazione di una piazzuola per l'atterraggio di un elicottero di emergenza. Dal punto di visto occupazionale saranno garantiti 57 posti di lavoro e la possibilità ulteriore di attività nell'indotto. In questa ottica abbiamo ottenuto la garanzia che ci saranno valutazioni positive sulle ricadute nel territorio. Tutto ciò premesso, abbiamo ritenuto che questa iniziativa fosse degna della nostra valutazione positiva di massima. Teniamo a precisare che la minoranza, ha lavorato in questi 5 anni con responsabilità e serietà, senza utilizzare il "no a prescindere" ma valutando ogni volta e sempre pensando al bene del territorio e dei propri cittadini. Riteniamo che se le richieste di ulteriori approfondimenti sulla questione del REM saranno poste da residenti nella opportuna forma della Petizione, come stabilito dallo Statuto Comunale, le decisioni che al momento non sono state ancora formalizzate, possano essere valutate insieme ed eventualmente riviste".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dal 3 al 16 agosto, musica classica protagonista nel Golfo dei Poeti, con uno staff d’eccezione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Nea Delucchi - Incomprensibile mancanza di supporto al rilancio dell'attività dopo il periodo di lockdown. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa