Cantieri scuola lavoro, l'impegno di Caleo In evidenza

Lunga e articolata la riunione svoltasi presso la Provincia della Spezia tra la delegazione dei lavoratori del Coordinamento Cantieri Scuola e il senatore Massimo Caleo membro della 13 commissione permanente ambiente e territorio del Senato.

Lunedì, 17 Febbraio 2014 10:59
Dal senatore Caleo, che già come sindaco di Sarzana, aveva promosso l'istituzione dei cantieri per la manutenzione del territorio, è arrivata la piena convinzione della validità dell'operazione che dovrebbe essere presa come modello e messa a sistema per l'intero territorio nazionale. "L'ostacolo per fare riprendere i lavoro - dicono i coordinatori Gian Carlo Bailo e Daniele Marconi - rimane la copertura finanziaria e per questo motivo il senatore Caleo ci ha assicurato che in questi giorni presenterà due interrogazioni ai ministri per l'ambiente e del lavoro del nuovo governo Renzi per sollecitare la messa a regime di questa formula di lavoro per le fasce sociali più in sofferenza e colpite da questa crisi. Inoltre il senatore Caleo ha assicurato un contatto con la Regione Liguria. Noi prendiamo atto della buona e sincera volontà dimostrata da Caleo, ma ribadiamo che dopo sei mesi senza ricevere un reddito molte famiglie sono ormai ridotto al lastrico quindi non c'è più tempo per le parole ma urgono dei fatti concreti, inoltre chiediamo che al progetto sia dato un respiro più ampio, almeno di cinque anni, e che , a noi lavoratori vengano date più tutele salariali e contrattuali. Non vogliamo la costituzione di un ennesimo carrozzone, ma la creazione di una struttura snella che agisca su tutto il territorio provinciale sotto il profilo della manutenzione del territorio. Come già detto se ci sono cento persone che qui in Liguria, che lottano per riavere un lavoro precario da 800 euro lordi mensili senza minime garanzie, come la malattia, le ferie e le rate di tredicesima, vuol dire che questa regione è veramente messa male. Il vero problema della Liguria sono gli over 40 e 50 lasciati senza lavoro e sprovvisti di strumenti di legge oltre a validi piani d'inserimento professionali, atti alla loro ricollocazione e purtroppo ci sembra che in Regione pensino solo a chi sarà il successore di Burlando ed a mantenersi un posto da 9 mila euro la mese".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi- La storia di Massimo Beyerle e di come si è organizzato per smettere di vedere i sacchetti rotti e la spazzatura sparsa in mezzo alla strada. L'uomo:… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Bocciato l’emendamento del gruppo “LeAli” e del M5S. Melley: “Le risorse? Da una spesa inutile come il campo da golf a Pitelli”. Il centrodestra: “Proposta strumentale”. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa