Fiore: "Stefano Gaggero, alternativa ad un film già visto"

"La candidatura di Stefano Gaggero rappresenta l'alternativa al PD Ligure degli ultimi anni, che non ha saputo, a mio avviso, esercitare alcuna funzione rispetto al governo della Regione. Rispetto a quel modello di Pd e al "modello Liguria", che non disdegna di cercare apertamente il sostegno di partiti di centrodestra come l'Udc, la candidatura di Stefano Gaggero disegna un orizzonte diverso, inedito nella nostra regione".

Martedì, 11 Febbraio 2014 12:55
Così Michele Fiore, capolista La Spezia per Gaggero e assessore comunale a Lerici. "Non un "Partito degli eletti" o "degli amministratori" - prosegue Fiore - che rischia, a mio avviso, di togliere credibilità alle Istituzioni in un momento in cui la politica fatica a farsi ascoltare dai cittadini. Ma un Partito libero, autonomo, coraggioso e dinamico. Un Partito privo di condizionamenti. Perchè Stefano non ha padri nobili o figure ingombranti dietro a cui rendere conto. In questo quadro, la credibilità della candidatura di Stefano Gaggero rappresenta un'occasione: Stefano è un ragazzo di 26 anni che sta girando la Liguria parlando di politica, la grande assente di questo Congresso Regionale. Stefano parla di un PD popolare, che non abbia paura di essere radicale e che abbia il coraggio di cambiare le cose nel profondo. Un Partito che ridia rappresentanza alla generazione di Stefano, quella dei ventenni, che da troppo tempo si sentono "espulsi" (dal PD e dalla politica) o, nella migliore delle ipotesi, "esuli in patria". Un partito trasparente, che riattivi strumenti di cui è già dotato per Statuto come i forum tematici e i referendum tra iscritti ed elettori: perché le scelte non possono essere appannaggio esclusivo di una strettissima cerchia di persone. Un Partito che dia strumenti (e risorse) ai circoli territoriali: la sua vera risorsa. Un PD che ridia centralità al lavoro, che sappia creare occasioni per i giovani anche sostenendo le imprese che rischiano, che progetti un nuovo modello di sviluppo che veda nell'ambiente un'opportunità e non un limite, che impari a mettere in discussione l'assunto che le infrastrutture vanno bene sempre e comunque e che inizi a pensare, invece, che esse, come lo sviluppo urbano, sono, innanzitutto, strumenti al servizio del benessere dei cittadini. Un PD che affronti con decisione una questione non più rimandabile come quella del dissesto idrogeologico, che sperimenti, a livello regionale, il reddito minimo garantito, che ritrovi una dimensione della politica improntata a maggiore sobrietà e popolarità: in tal senso se, come ho letto, sia Cavarra che Lunardon condividono, come noi, che non ci debbano essere eccezioni al limite dei due mandati, che si debba eliminare lo scandalo dei listini bloccati, che si debbano ridurre i rimborsi ai gruppi regionali e abolire quelli individuali e che le indennità dei consiglieri debbano essere parametrate a quella del Sindaco della città capoluogo, ebbene mi aspetto che il 17, chiunque vinca, inizi concretamente a perseguire questi obiettivi col sostegno leale degli altri due. Perché è giunta l'ora che il PD faccia ciò che dice. Insomma il 16 Febbraio esiste l'occasione di rafforzare questi contenuti e di metterli al centro dell'agenda politica della nostra regione per i prossimi anni, costruendo il "partito delle possibilità ". La lista che abbiamo proposto per l'assemblea regionale è composta da giovani e donne di qualità assoluta che ringrazio per il proprio impegno generoso e disinteressato e che, comunque vada, sono e resteranno patrimonio di tutto il Partito per gli anni a venire".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- I controlli praticamente giornalieri fatti su tutti i tesserati permettono di tenere monitorati i casi di positività, ma è ovvio che questo campionato sarà fortemente condizionato dai… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa