Riforma Tpl, Cobas a Burlando: "Evidente dissenso dei lavoratori"

Il sindacato Cobas del Lavoro Privato della Spezia, in riferimento all'articolo "Agenzia Regionale Trasporti senza Spezia salta tutto", vuole precisare meglio alcuni dati contenuti nella dichiarazione rilasciata dal Governatore della Regione Liguria Claudio Burlando e riportati nel testo dell'intervista pubblicata.

Sabato, 11 Gennaio 2014 18:07
"Si vuole ricordare al Governatore - così i Cobas - che, oltre alle dichiarazioni e ai comunicati di Uiltrasporti contrari alla costituzione di un "carrozzone" per la spartizione di poltrone quale rischia di essere l'Agenzia regionale, si sono registrate anche forti proteste, che hanno raccolto un'altissima adesione di lavoratori, da parte del sindacato Cobas. Ai numerosi scioperi organizzati dalla ben nota sigla sindacale del trasporto pubblico contro la riforma del tpl delineata dalla giunta del Governatore C. Burlando, hanno infatti aderito il 70% dei lavoratori spezzini di ATC, una percentuale che fa ben comprendere che la contestazione si è allargata ai lavoratori iscritti anche ad altre sigle sindacali, diverse dal Cobas. I dati di una così alta risposta agli scioperi del Cobas dimostrano l'esistenza del dissenso di un'ampia maggioranza di lavoratori del trasporto pubblico spezzino nei confronti di una riforma legislativa del settore che non porterà che ad un peggioramento del servizio reso ai cittadini e ad un inevitabile esubero di personale in tutte le aziende del trasporto ligure, anche alla Spezia. Il Cobas si è dimostrato da subito contrario alla nuova Legge Regionale, una normativa che non recepisce la volontà espressa dai cittadini italiani. Essa infatti non ha tenuto conto dell'esito del referendum abrogativo del 2011 che ha visto la maggioranza degli italiani votare "si" alla cancellazione di quelle regole normative che costringevano gli enti locali a mettere a gara i beni comuni ad alta rilevanza economica tra i quali rientra il trasporto pubblico locale. Ma questo non è l'unica "indicazione" di cui questa nuova legge non ha voluto tenere conto e che rappresenta un altro motivo per cui il sindacato Cobas ha espresso il proprio dissenso verso questa riforma fin dalla sua nascita: essa è stata elaborata senza recepire nemmeno la segnalazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha espresso il proprio parere negativo alla costituzione di un bacino unico di trasporto e ancor meno ad una gara unica ferro-gomma. L'unica certezza che si ha sugli sviluppi di questa riforma, e che i cittadini hanno il diritto di sapere, è che l'Agenzia Regionale Trasporti costerà oltre 4 milioni di euro".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La presidente dell'Associazione Titolari di Farmacia della Provincia della Spezia, Elisabetta Borachia ascoltata oggi in commissione consigliare. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Elena Voltolini - Dopo la delibera provinciale, parola ai Comuni soci. Oggi il passaggio in Commissione, il 29 aprile la modifica dello statuto approda nel Consiglio comunale spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa