Arcola, l'ass. Mori non ha dubbi: "Con Renzi, per cambiare l'Italia e il PD"

"Questa volta siamo davvero ad un passo dal cambiamento. Per cambiare verso al PD e all'Italia c'è ne e' bisogno ! Perché l'Italia ha bisogno di un PD forte per crescere e ritrovare la dignità che merita. Per una politica che sia a servizio dei cittadini e che ai cittadini dia voce".

Sabato, 07 Dicembre 2013 10:14

Così l'assessore arcolano Giuseppe Mori, a poche ore dalle primarie. "In queste ore - prosegue - vediamo chiari tentativi di portarci indietro di vent'anni. Il 18 aprile 1993 gli italiani hanno votato un referendum con cui hanno affermato chiaramente l'esigenza di avere una legge elettorale in grado di produrre una maggioranza e un governo, e quindi uno sviluppo del sistema politico in senso bipolare. Oggi il bipolarismo è a rischio. Dopo il Porcellum, si vogliono espropriare di nuovo i cittadini della facoltà di decidere da chi vogliono essere governati, di scegliere il futuro che vogliono per il loro Paese. E' un chiaro tentativo per mettere in un angolo il PD, quel progetto di partito e di Paese in cui tanti di noi credono e per cui si impegnano da anni. Votare Matteo Renzi è ancora più importante. Significa dare forza al PD, dare forza al sogno di un PD, di cento sinistra che vuole governare questo Paese per cambiarlo e renderlo più giusto. Di qui a domenica lavoriamo tutti perché tanti cittadini partecipino e votino Matteo Renzi. Che sia la volta buona dipende da tutti noi, anche da te! Cambiamo verso. Insieme, ce la facciamo".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La presidente dell'Associazione Titolari di Farmacia della Provincia della Spezia, Elisabetta Borachia ascoltata oggi in commissione consigliare. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Elena Voltolini - Dopo la delibera provinciale, parola ai Comuni soci. Oggi il passaggio in Commissione, il 29 aprile la modifica dello statuto approda nel Consiglio comunale spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa