Rc accusa: "La Regione vuole chiudere la centrale del 118" In evidenza

LA SPEZIA - Come la Gazzetta aveva anticipato il 6 giugno scorso sotto il titolo "Spezia, è a rischio la centrale del 118", la Regione sta per decidcere la chiusura della centrale spezzina del soccorso.

Lunedì, 09 Luglio 2012 18:24

A denunciarlo è Rifondazione comunista-Federazione della sinistra che parte lancia in resta accusando: "Riduzione di costi in cambio di ritardi sui soccorsi. Ecco come ci vogliono accorciare la vita".

"I tagli alla sanità - dice Rc - continuano ad essere ipotizzati esclusivamente da un punto di vista economico non tenendo minimamente in considerazione la qualità e la professionalità dei servizi messi a disposizione dei cittadini. La Regione Liguria non sembra fare eccezione ora che propone un unico coordinamento delle chiamate con le richieste di aiuto per le emergenze a Genova, sopprimendo così la centrale operativa della Spezia (oltre quelle di Lavagna e Imperia). Questo aumenterà il rischio di ritardi nella gestione delle emergenze oltre a disperdere tutto il lavoro di formazione su medici e infermieri in funzione dell'emergenza che alla Spezia ha ottenuto peraltro ottimi risultati, tanto che il 118 spezzino ha il minor tasso di mortalità nel soccorso dei casi di cardiologia".

"Ci si chiede con quale logica si debba chiudere ciò che funziona, in una situazione della sanità locale oramai al limite della sostenibilità, con il numero di posti letto al di sotto della media regionale e nazionale. La provincia spezzina, così come tutta la Liguria, ha una conformazione del territorio assolutamente difficoltosa, con entroterra poco raggiungibili (pensiamo solo alle Cinque Terre e alla Val di Vara) per non parlare del fortissimo aumento della popolazione nella stagione estiva e della popolazione anziana. La salute non può continuare ad essere paragonata ad una merce, il recupero delle risorse il governo le deve andare a recuperare con una lotta all'evasione fiscale seria e non a spot episodici e con una lotta alla corruzione, settore a cui la sanità non è certo esclusa".

(9 luglio 2012)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

PD, anche Tartarini si dimette

Mercoledì, 18 Settembre 2019 18:58 politica-la-spezia
"A tutti noi, chi andrà e chi rimane, dico di non lasciarci alle spalle macerie" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Aveva indossando circa venti capi d'abbigliamento Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa