Differenziata a Follo, Piacente: "La linea dell'amministrazione è stata meno servizi - tariffe ferme" In evidenza

L'ex vicesindaco sottolinea come ora si stiano, invece, riadottando le misure prese dalla precedente Giunta.

Domenica, 05 Settembre 2021 10:27

 

La notizia di qualche giorno fa è che la raccolta della carta sarà settimanale; un ritorno al passato quando, fino a maggio 2019 (giunta Cozzani), i cittadini di Follo potevano conferire la carta ogni settimana.

Ora dalle dichiarazioni del Sindaco Rita Mazzi si apprende che la decisione del 2019 di ridurre i conferimenti della carta a due mensili era stata presa per sanare i presunti debiti lasciati dalla precedente amministrazione.

Forse il Sindaco ha già dimenticato che la scelta di ridurre i conferimenti della carta, e di eliminare il terzo conferimento dell'umido, era stata presa, probabilmente, per consentire l'assunzione dei cantonieri di frazione.

Ora leggiamo che che in poco più di due anni le casse comunali sono state risanate tanto da poter introdurre la raccolta settimanale.

Ci si chiede come sia stato possibile in così poco tempo risanare il ventilato e sbandierato grosso debito lasciato dalla giunta Cozzani.

Quel che è certo la vendita di una parte delle quote di una società partecipata del Comune (IREN) ha reso possibile il pagamento dei debiti riconosciuti dalla precedente amministrazione.

Onestà politica avrebbe richiesto l'ammissione da parte dell'attuale amministrazione di avere sbagliato nel ridurre a solo due volte al mese il conferimento della carta e ad eliminare il terzo conferimento dell'umido perché tale scelta ha creato gravi disagi ai cittadini costretti a tenere la carta in casa per quindici giorni e spesso per tre lunghe settimane e a tenere, in estate, l'umido dal giovedì al lunedì.

Le continue lamentele sui social, unico modo per comunicare con gli amministratori totalmente assenti, e l'aumento dell'abbandono dei rifiuti potrebbero avere indotto il Sindaco a fare un passo indietro.

A quanto pare no perché, sempre a parere del Sindaco, la colpa è di chi non c'è più anche se la quasi totalità degli Assessori, Pasquale Giacomobono, Lorenzo Rossi, Corrado Vezzi e il presidente del Consiglio comunale Kristopher Casati, hanno amministrato anche nelle precedenti giunte ed alcuni per ben 10 anni; immagino che ai miei ex colleghi nulla importa ogni volta che il Sindaco parla delle passate amministrazioni.

Quanto alle dichiarazioni di Kristopher Casati non può sfuggire che il mancato aumento delle tariffe è esclusivamente dovuto alla drastica diminuzione del servizio di raccolta; è evidente che la riduzione del conferimento della carta a solo due conferimenti mensili e il mancato terzo ritiro dell'umido nel periodo estivo hanno reso possibile il mantenimento delle tariffe quindi lo slogan è stato "meno servizi / tariffe ferme" .

Quanto, infine, all'isola ecologica era destinata ai soli abitanti di Follo, ora l'Amministarazione ha deciso di estendere l'utilizzo ad altro Comune (Bolano); tale scelta sta già portando entrate nelle casse comunali ed è quindi auspicabile oltre ad una reale riduzione delle tariffe anche un concreto aumento del servizio.


Felicia Piacente
Ex Vicesindaco del Comune di Follo

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il 27 gennaio in tutto il mondo si celebrerà il Giorno della memoria, una data simbolica per ricordare le vittime del nazismo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L'obbiettivo è raccogliere e portare alla luce inadempienze istituzionali Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa