Sarzana guarda al futuro: approvati Dup e Bilancio di previsione 2021- 2023 In evidenza

di Alessio Boi- Un programma ambizioso tra investimenti in opere pubbliche, assunzioni, sicurezza e altro ancora. Critiche dall'opposizione, Casini (Pd): "Tanti annunci ma fatti ben pochi".

Mercoledì, 28 Aprile 2021 08:53

Alcune iniziative per Sarzana erano già state annunciate tempo fa, come il bando per la riqualificazione di Marinella e le assunzioni di 19 persone per aumentare l'organico del Comune, altre, invece, hanno in parte già trovato realizzazione, come l'aggiunta di telecamere per migliorare la sicurezza in città. Ma nel ieri sera, 27 aprile, è stato posto al giudizio del consiglio comunale il Documento Unico di Programmazione e il Bilancio di previsione 2021 – 2023, ma descritto dalla maggioranza come un grande piano di investimenti che guarda ai prossimi 10 anni.

Introduce entrambi i documenti l'Assessore al Bilancio Daniele Baroni: "Il Dup è un documento fondamentale per il programma dell'Amministrazione, che si presenta contestualmente al Bilancio per coerenza. Con questo si vanno a definire le strategie per raggiungere gli obiettivi". L'Assessore raggruppa in 5 punti fondamentali il documento: "Sicurezza, decoro, cultura, opere e finanza della persona". "Serviranno a far ripartire la città – dichiara sempre lui – si creano le condizioni affinché le attività economiche trovino terreno fertile per riprendersi".

Tra le principali iniziative si distinguono: le spese per la videosorveglianza di 80mila euro che ha portato Sarzana con 100 telecamere ad osservare il territorio, anche se il comune guarda alle 150 nel breve termine; sono stati spesi 35mila euro per l'assunzione di un vigile, ma ne serviranno altri 3; 332mila euro per il decoro urbano e, l'Amministrazione sta lavorando per il passaggio alle isole zonali per rendere più efficace la raccolta dei rifiuti; 570mila euro sono serviti per il marketing del territorio; 15 milioni di euro sono la cifra che sarà investita tutta per il recupero del borgo di Marinella in caso di vittoria del bando. Al momento l'organico del comune è composto da 99 persone, ma ne saranno assunte altre 19 per raggiungere alti livelli e portare la macchina comunale a 110 persone, poi non si dimenticano i soldi investiti per il progetto della nuova scuola di Sarzana e molte altre spese più leggere in viabilità.

Tra le voci emergenti nel Bilancio, invece, sempre illustrato dall'Assessore Baroni emergono la riduzione dell'indebitamento, al momento a 27,6 milioni, ma che è in programma il raggiungimento di 26 nel 2023 (quindi la riduzione del debito di un altro milione di euro) e, tra le entrate principali l'Imu, di 5 milioni, la lotta all'evasione ha portato 1 milione nelle casse del comune e la Tari 2; per le uscite, invece, l'organico del comune pesa per 5 milioni e mezzo, la manutenzione dell'illuminazione pubblica per 665mila euro, le spese per le mense scolastiche per 440mila euro e 5 milioni per l'Acam. Alla quantità importante di numeri che ha caratterizzato il consiglio comunale di ieri si sono affiancate diverse battaglie dialettiche, tra lanci di accuse dall'opposizione, e difese della maggioranza, che rimarca le loro opere e scredita quelle commesse dalle giunte passate di un colore politico diverso da quello attuale.

Spesso è Beatrice Casini, da poco rientrata nel Partito Democratico sarzanese, a fare da apripista: "Sono passati 3 anni dal vostro insediamento e le promesse sono sempre le stesse, illustrate in quello stile fiabesco che vi caratterizza – dichiara, riferendosi alla maggioranza – lanciate enormi aspettative che poi si rivelano essere fumo negli occhi – poi qualche motivazione – la rotatoria nei pressi di piazza San Giorgio è provvisoria da due anni, e poi, cosa state aspettando ad avviare l'iter del Piano Regolatore?". Poi l'ex collega Umberto Raschi di Italia Viva: "C'è stato un miglioramento dello sfalcio del verde, ma questo ha portato alle rivelazioni di quello che c'era sotto, ovvero inquinamento ambientale e discariche: basta promesse, non ci crediamo più". Paolo Mione, di In Azione per Sarzana: "Mettete in conto dei soldi che ancora non ci sono, ma, al momento, sono state fatte solo delle richieste – dichiara, riferendosi al bando per la riqualificazione di Marinella – se i fondi sono disponibili dateci dei tempi – e ancora – credo che siamo di fronte all'ennesimo annuncio".

Dalla maggioranza, però, partono le difese. Riccardo Precetti di Sarzana Popolare: "Sul ponte della Budella sono stati stanziati 900mila euro dal Mit e i consiglieri di opposizione non si ricordano nemmeno quando è nata la perizia per quell'opera". Carlo Rampi, di Fratelli d'Italia, risponde ad alcune accuse sul tema scuole: "Cosa abbiamo fatto per riqualificare una scuola? Ne costruiremo una nuova – poi sul resto - dopo tanto tempo si riparla di investimenti in conto capitale: è un piano di ripartenza per la città". Infine il sindaco Cristina Ponzanelli: "Il Dup rispecchia la nostra visione di progettualità e stiamo guardando al decennio '20 – '30, ovvero i prossimi 10 anni. Appena mi sono insediata ho ereditato una città senza prospettive e visioni: oggi c'è un vero percorso di rinascita – poi sul Bilancio – cerchiamo di guardare oltre ai 3 anni: stiamo dotando Sarzana di strumenti che prima non aveva. Vogliamo una città che sia capace di realizzare opere, di investire e ripartire dalla cultura". Sia il Dup che il Bilancio di previsione hanno trovato l'approvazione con la maggioranza compatta e l'opposizione che ha votato contro, tranne il consigliere Mione che si è astenuto sulla prima pratica e ha dovuto abbandonare la seduta prima della votazione della seconda.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Primo giorno di regate al 33° Trofeo Mariperman. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
A Seafuture 2021 dal 28 settembre al 1° ottobre Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa