Castagna risponde a Battistini: "Gioca con le cifre"

La replica del PD a Cambiamo! sull'analisi del risultato delle elezioni regionali a Sarzana. 

Martedì, 29 Settembre 2020 09:17

Il segretario sarzanese di Cambiamo, Battistini, nell'esprimere una sua valutazione sul risultato delle elezioni regionali a Sarzana, gioca con le cifre e solleva un polverone nell'evidente intento, più che di persuadere il lettore, di esorcizzare lo sgomento dei suoi. È presto detto.

Il sindaco Ponzanelli, nel 2018, era stata eletta con il 56,5 per cento. Oggi la coalizione di destra che la sostiene ottiene il 47,2% mentre le forze politiche che si oppongono alla destra ottengono il 50,2%.
La destra sarzanese perde dunque - rispetto ad allora - oltre nove punti percentuali, mentre il largo campo progressista alternativo alla destra recupera a Sarzana il 6,7 rispetto alle comunali e otterrebbe - sia pure di un soffio - la maggioranza assoluta.

Si tratta di un risultato in assoluta controtendenza rispetto agli altri comuni liguri amministrati dal centrodestra, dove lo stesso si è attestato mediamente sulla percentuale regionale (56 per cento), ovvero quasi 10 punti sopra il centrodestra sarzanese.

Ora, poiché si deve presumere che il giudizio degli elettori sulla giunta Toti, così come quello sul governo Conte, siano omogenei in tutta la Liguria, il crollo del centrodestra a Sarzana (meno 9 per cento) ha portato alla luce la serpeggiante insoddisfazione dei Sarzanesi verso i nuovi amministratori cittadini che - del centrodestra totiano - sono il disastroso terminale.

La constatazione di cui sopra trova indiretta conferma nel fatto che, mentre nel resto della regione Cambiamo sopravanza la Lega all'interno della destra, a Sarzana è la Lega a superare nettamente per consensi il partito della sindaca, nel quale maggiormente si personifica l'immagine di chi amministra la città. Segno evidente che anche parte rilevante degli elettori della destra ha preferito - a Sarzana - esprimere un voto identitario e di protesta piuttosto che un voto premiale verso chi governa la città.

Al segretario di Cambiamo infine, che mette l'accento sui movimenti che si sono registrati nel centrosinistra in ambito consiliare, ricordiamo che mentre il centrodestra sarzanese è notoriamente in preda a gelosie, ripicche, ambizioni frustrate, salti del fosso e sgradite campagne acquisti, l' opposizione consiliare e quella in città sono vive, pugnaci, coordinate nella critica all'amministrazione, sottoscrivono documenti congiunti, elaborano posizioni unitarie, hanno acquisito la comune consapevolezza che a Sarzana una alternativa democratica, riformista, competente a questo fallimentare centrodestra è possibile e che occorre lavorare fin d'ora insieme per realizzarla.

Francesca Castagna
Vicesegretario PD Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi- Eretta pubblica la foto di un paziente bisognoso di cure. Davide Natale: "Messa su internet come un trofeo, non conosce rispetto". Il paziente: "Ho dato io il… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
FisTel Cisl: "Il settore è in ginocchio". Domani la mobilitazione "L’assenza spettacolare". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa