Maria Elena Boschi (IV) ad Arcola: "Ci differenziamo dall'immobilismo di Toti" In evidenza

La capogruppo di Italia Viva alla Camera partecipa a una cena ad Arcola con i sostenitori locali del partito: "Pronti importanti progetti infrastrutturali. Referendum? Bisogna superare il sistema".

Venerdì, 18 Settembre 2020 16:23

Un clima di serenità ed entusiasmo ha accolto la Deputata capogruppo di Italia Viva alla Camera Maria Elena Boschi al Circolo Guernica di Arcola. Per l'incontro con l'ex Ministro del Governo Renzi era stata organizzata una cena con simpatizzanti, sostenitori del partito ma anche consiglieri comunali dei comuni limitrofi. Proprio nello stesso tavolo con la deputata erano presenti anche il candidato alle Elezioni Regionali 2020 e consigliere uscente Juri Michelucci, la Deputata Raffaella Paita e il vicesindaco di Arcola Gianluca Tinfena.

Appena arrivata la Boschi si è complimentata subito per il rispetto delle norme anti-covid e i tavoli distanziati, dopodiché ha dedicato qualche minuto del suo tempo per rispondere alle domande di Gazzetta della Spezia. "Sul Referendum? A prescindere dal risultato spero sia l'inizio di un cantiere di riforme costituzionali- e prosegue- nella nostra riforma c'era molto di più: si trattava proprio del superamento di un sistema che porta Camera e Senato a fare le stesse cose. Va superato, poi bisogna rivedere il rapporto fra Stato e Regioni".

Inoltre la Deputata aggiunge: "In Parlamento il risultato del Referendum non cambierà niente- e ancora- serviranno anche riforme economiche: bisognerà fare un uso intelligente del Recovery Fund e ricordo anche il lavoro della Deputata Raffaella Paita, Capogruppo di Italia Viva in Commissione Trasporti alla Camera, con il piano Italia Shock- poi sulle regionali- serve uno sviluppo infrastrutturale importante in questa regione e su questo noi ci differenziamo dall'immobilismo di Toti, c'è una stagnazione per quanto riguarda le infrastrutture. Italia Viva ha messo insieme una squadra di donne e uomini molto apprezzata".

Anche Juri Michelucci, candidato al consiglio regionale, dichiara: "La priorità è l'utilizzo dei fondi del Mes- sulla sanità- bisogna investire per potenziare i servizi per fronteggiare l'emergenza Covid-19, potenziare le strutture sanitarie. In particolare per la costruzione del Felettino erano disponibili dei fondi che ora non ci sono più".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Gabriele Cocchi – Sono una donna e uno studente universitario che avrebbero opposto resistenza all’invito degli agenti di mantenere le distanze. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il medico, che lavorava per l'Asl, avrebbe svolto anche la libera professione senza versare il contributo all'azienda sanitaria. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa