Biodigestore, comitati e associazioni ai partiti: "Atti concreti prima del voto"

"No a cambiali in bianco"

Lunedì, 14 Settembre 2020 14:01


Abbiamo organizzato le due serate di confronto con i candidati e le forse politiche di centrodestra e di centrosinistra con la precisa richiesta di non venire a fare propaganda, ma di venire a comunicare atti concreti di contrasto al progetto d’impianto da 90.000 tonnellate di rifiuti organici a Saliceti, che la giunta regionale guidata da Toti e Giampedrone hanno accolto sebbene sia in contrasto con tutta la pianificazione votata in Provincia e in Regione nel 2018 dal centrodestra e che prevedeva un impianto da 50 mila tonnellate a Boscalino.

A Lega e Liguria Popolare chiedevamo di bloccare Toti con atti concreti: ad esempio riaffermando in Consiglio provinciale con un voto prima delle elezioni che la scelta del sito per legge compete alla Provincia, che si può opporre in Conferenza dei servizi dove mantiene una funzione autorizzatoria. La risposta è stata deludente: il consiglio provinciale si esprimerà dopo il voto. La Conferenza dei servizi si chiuderà prima del 5 ottobre e se la Provincia in quella sede si sarà espressa a favore, il dibattito in consiglio sarà inutile. Inoltre ci ha sorpreso sentire la senatrice Pucciarelli affermare ben due volte che in un anno non ha trovato il tempo per incalzare il ministro dell’ambiente affinché intervenisse. La Lega ha mandato in soffitta il suo famoso slogan “Ciascuno padrone a casa propria”: alla Spezia arriveranno 138 mila tonnellate di rifiuti da Genova “matrigna”, governata dal centrodestra, che arretra nella raccolta differenziata, non costruisce impianti e che pagherà tariffe inferiori a quelle spezzine.

Al Centrosinistra chiedevamo atti concreti dove governa: a Roma e al comune di Vezzano. Abbiamo chiesto l’intervento del ministro Costa (5 Stelle) e del viceministro Morassut (PD) per i poteri riconosciuti al ministero quando dalla violazione di norme sulla VAS (di emanazione della Comunità europea) può derivare un danno ambientale. Il digestore di Saliceti inquinerà l’aria, tanto che la Regione ha prescritto a Recos di elevare i dieci camini a trenta metri d’altezza per disperdere gli inquinanti in un raggio più ampio (Sarzana, Arcola, Bolano) e metterà a rischio la falda del Magra che corre sotto e che alimenta i pozzi di Fornola che riforniscono anche La Spezia all’insaputa del sindaco Peracchini. In settimana verranno sia Costa che Morassut. Attendiamo risposte.

A Vezzano, dove governano insieme Italia Viva e PD, abbiamo chiesto di mettere agli atti della conferenza dei servizi le prescrizioni dell’Ufficio urbanistico della Regione per il PUC approvato l’ottobre dello scorso anno, dove è stata imposta per Saliceti la destinazione agricola perché il terreno è liquefacibile e di predisporre per tempo il ricorso al TAR. Il sindaco Bertoni non ha risposto all’invito. A mezzo stampa ha la lamentato che i ricorsi al TAR costano. Al sindaco di Santo Stefano Paola Sisti, unico amministratore di sinistra che abbia compiuto atti di contrasto al progetto, lo staff di legali costa 5 mila euro lordi. Vezzano ha incassato da Recos 30 mila euro di ristoro ambientale. Bertoni aveva annunciato che li avrebbe investiti nel ricorso. Se lo è dimenticato?

Ecco, al centrodestra e al centrosinistra continuiamo a chiedere atti concreti e coerenti. Prima del voto. Non firmiamo cambiali in bianco.

No Biodigestore Saliceti, Sarzana, che botta!, Acqua Bene Comune, Italia Nostra, Cittadinanzattiva

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comitato Sarzana, che Botta!

Via XX Settembre, 51
19038 Sarzana SP

Tel. 338 1585006

E-mail: sarzanachebotta@gmail.com

www.sarzanachebotta.org

Ultimi da Comitato Sarzana, che Botta!

I comitati contrari alla realizzazione del biodogestore chiedono fatti concreti, con particolare riferimento alla discussione all'interno del Comune di Vezzano, ma non solo. Leggi tutto
Comitato Sarzana, che Botta!
E' l'unico aspetto sul quale può intervenire, trattandosi di una materia che compete alle regioni. Leggi tutto
Comitato Sarzana, che Botta!

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa