Stampa questa pagina

Tedeschi: "Nel Parco ci sono problemi insoluti che urgono risposta"

Lettera del Commissario del Parco di Montemarcello Magra - Vara ai candidati alla presidenza della Regione Liguria.

Martedì, 18 Agosto 2020 19:11
Pietro Tedeschi Pietro Tedeschi

 

Il commissario del Parco di Montemarcello Magra - Vara, Pietro Tedeschi, ha inviato ieri ai candidati presidente della regione Liguria una lettera nella quale ha indicato alcune tematiche, istituzionali e di rigenerazione ambientale, che ritiene ancora insolute e che a suo giudizio devono avere risposte concrete.

"Non è più il tempo di risposte evasive ed inconcludenti - afferma Tedeschi - la gente e soprattutto i giovani devono avere proposte chiare sui temi dell'ambiente e dell'acqua, fondamentali per il futuro del nostro territorio. Mi auguro di poter essere ascoltato. Se non ora quando?"

Questa la lettera inviata ai candidati presidenti:


Egregi candidati,
l'esperienza di questi 4 anni da presidente del Parco regionale Montemarcello Magra Vara mi porta a richiedere la vostra attenzione sui grandi temi ambientali del nostro variegato territorio. Il parco hà individuato, in questi anni, alcuni problemi strategici insoluti che, senza una strategia unitaria di intervento, rimarranno tali.

Questo parco, unico parco fluviale della Liguria, ha un bacino idrico fondamentale la cui importanza coinvolge un territorio vasto ben oltre !'area protetta. Abbiamo posto la massima attenzione alle problematiche urgenti per garantire la conservazione degli ecosistemi golenali e delle zone umide, ben sapendo che tali obiettivi portano alla salvaguardia del bene supremo che è l'acqua.

Tuttavia le soluzioni dei gravi problemi impongono interventi strutturali di ampia portata, sia tecnica che economica, si pensi alla bonifica delle 43 discariche spondali, agli impianti di depurazione obsoleti, al mancato trattamento completo di moltissimi scarichi, agli scarichi abusivi, civili ed industriali, che mediamente sono valutati 400 per ogni comune che si affaccia sul fiume, ed ancora, le aziende incompatibili (essenzialmente frantoi di inerti in aree golenali) la cui ricollocazione ha un costo e lo stesso restauro ecologico dei territori liberati deve prevedere investimenti importanti, vedi anche la ciclopedonale in sponda destra del fiume da Romito a Bocca di Magra, in ultimo la riorganizzazione delle darsene e per quelle sopra la linea di navigabilità il loro ricollocamento.


Pietro Tedeschi
Commissario Parco Montemarcello Magra - Vara

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Parco di Montemarcello Magra

Sostiene i produttori che preservano la biodiversità e le colture tipiche. Leggi tutto
Parco di Montemarcello Magra

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa