Creare un parco nazionale spezzino: la proposta di Europa Verde

Ecco i punti principali della visione del territoro proposta dal gruppo.

Giovedì, 13 Agosto 2020 10:48

 

In queste ore, mentre Toti e Mai si affannano a produrre leggi sulla caccia palesemente incostituzionali e a spendere male e in ritardo i fondi del Piano di Sviluppo Rurale, noi di Europa Verde proponiamo una diversa visione del territorio che vorremmo sintetizzare:

a) massimo allargamento delle aree protette puntando pure a creare un parco nazionale nell'area spezzina, che traguardi alla tutela della Palmaria, di Montemarcello e del Magra, oltre ad avviare definitivamente quello di Portofino;

b) nel contempo crediamo che i parchi possano assumere su di sè compiti, un tempo anche esercitati dalle comunità montane, di progettazione associata fra i comuni anche per fondi comunitari, ma soprattutto per riuscire a migliorare i servizi nelle aree interne in modo da garantire un progressivo ripopolamento delle stesse, che deve essere basato su occupazione stabile e residenzialità non su turismo stagionale e seconde case;

c) riteniamo che i parchi possano finalmente promuovere una agricoltura sociale, di qualità e sostenibile e che possa dare luogo ad occupazione concreta puntando su prodotti innovativi e su quelli valorizzati dalle varie denominazioni e dai presidi slow food;

d) crediamo che una manutenzione del territorio e una concreta difesa del suolo parta dai parchi e da progettazioni integrate, a cominciare dal compimento dei piani di bacino o dalla realizzazione del contratto di fiume, come quello dell'Entella, di cui grazie alla destra di governo si è persa ogni notizia;

e) smetterla con le inutili cacce di selezione puntando finalmente alla sperimentazione di metodi non violenti e concreti come da tempo suggeriscono l'ENPA ed esperti animalisti.

A questo punto noi abbiamo esposto le nostre idee per la crescita delle zone interne, che si affiancano ad altre che abbiamo fatte nostre come l'IGP per il miele della Provincia Spezzina e che crediamo che possano dare concreti risultati. Invece di inaugurare per due volte il medesimo spazzaneve nel mese di luglio (Toti a Calizzano) o annunciare uno stand regionale alla Festa del Tartufo di Millesimo, di cui allo stato attuale a causa dell'emergenza COVID 19, non sappiamo nè se nè come verrà realizzata.


Europa Verde Liguria

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Stabili le terapie intensive, 1871 i positivi residenti nello spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Oggi un nuovo sciopero e presidio dei sindacati di fronte alla struttura. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa