Enel, Cenerini: "Documenti dell'opposizione faziosi contro la Regione e silenti verso il Governo"

Il comunicato di Fabio Cenerini: "Come mai se la mozione era corretta Massimo Caratozzolo si è astenuto?".

Venerdì, 10 Luglio 2020 16:11
Il capogruppo del gruppo Toti-Forza Italia Fabio Cenerini Il capogruppo del gruppo Toti-Forza Italia Fabio Cenerini

"Ha dell’incredibile quanto successo ieri nel consiglio comunale dedicato alla centrale Enel", così il capogruppo del gruppo Toti-Forza Italia in consiglio comunale Fabio Cenerini.

"Per l’opposizione l’unità della città si aveva votando la loro mozione. Ovvero noi che abbiamo contrastato per decenni la sinistra che dava ogni sorta di permesso ad Enel, per bruciare carbone, faremmo un favore a Enel, non votando insieme a chi dava i permessi a Enel per continuare a inquinare. Domanda, come mai se la mozione era così corretta, colui che si autofregia coi gradi di ambientalista, ovvero il Consigliere, oggi PD, Baldino Caratozzolo, si è astenuto su cotanta mozione a favore della città?".

"La verità è ben altra la sinistra finge di essere contro la centrale alla Spezia, mentre il governo del loro colore darà tutti i permessi a Enel. Surreale e pretestuosa la richiesta dell’opposizione al Presidente Toti di non dare l’intesa, ma come è il governo che decide e non chiedono al governo di dire no, ma a Toti di opporsi alla decisione del governo, pazzesco. E’ per questo che abbiamo respinto i loro documenti, pretestuosi e faziosi contro la regione e silenti verso il governo che ha in mano la situazione. Dispiace non essere riusciti a condividere con il consigliere Forcieri, l’unico che è stato serio e non con posizioni demagogiche, ma purtroppo ha una compagnia che va in altra direzione".

"Quindi altro che votare la loro mozione per rafforzare la posizione dell’amministrazione, come detto dalla Pecunia, dovevano loro rei di aver dato ogni sorta di permesso all’Enel, se vogliono veramente fermare la centrale a turbogas, votare l’ordine del giorno della maggioranza, chiaro e preciso, come le responsabilità che sono tutte in capo al ministero dello sviluppo economico e dell’ambiente, il nostro documento infatti si è rivolto a chi ha le competenze, non dimenticando di invitare la regione a sostenere la nostra battaglia, fino alla decisione estrema di indire un referendum consultivo, per far capire a Enel che La Spezia non la vuole più, perchè ha già dato per decenni, anche in termine di salute".

"Purtroppo Enel è potente e di un’arroganza inaudita, la notizia di ieri dei containers, alla quale ha replicato bene il Sindaco Peracchini, la dice lunga sul disprezzo per la volontà del territorio di questa società, che pensa di poter fare quello che gli pare".

"L’opposizione ha perso l’occasione per riscattarsi di quello che ha fatto in passato e ovviamente col suo doppio gioco, indebolisce la città, ma gli elettori sono tutto meno che stupidi e impreparati".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Forza Italia

"Ci muoveremo con responsabilità, ma resta e resterà il vulnus inferto da Toti alla tanto invocata unità della coalizione di centrodestra". Leggi tutto
Forza Italia
Il candidato di Forza Italia alle regionali parla di un quartiere che "ha cambiato volto". Leggi tutto
Forza Italia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa